Notizie

Verso il Giubileo, partono i lavori per l'anello ferroviario Nord

Entro giugno 2016 è prevista l’apertura del tracciato fra le stazioni Valle Aurelia e Vigna Clara e la realizzazione di una pista ciclabile tra Monte Ciocci e San Pietro



Il sopralluogo di oggiParte, in vista del Giubileo, l’attuazione dell’accordo siglato da RFI (Rete Ferroviaria Italiana) e Roma Capitale. Entro giugno 2016 è prevista l’apertura del tracciato ferroviario fra le stazioni Valle Aurelia e Vigna Clara, il consolidamento del progetto dell'anello ferroviario Nord e la realizzazione di una pista ciclabile tra Monte Ciocci e Roma San Pietro.

Il sindaco Ignazio Marino, gli assessori capitolini alla Mobilità e Trasporti e ai Lavori Pubblici e Infrastrutture, Guido Improta e Maurizio Pucci, insieme all'amministratore delegato di Fs, Michele Mario Elia, hanno effettuato un sopralluogo tra le stazioni di Pineto e Vigna Clara.

Si prevede che la linea a doppio binario, circa 7 km di cui 4,4 km nella galleria Cassia-Monte Mario, sarà connessa alla linea Cesano-Viterbo in corrispondenza della stazione Valle Aurelia. Questo migliorerà sia i collegamenti ferroviari verso Roma San Pietro e Roma Ostiense, sia l'interscambio con la metro A, stazione Valle Aurelia. Per la stazione Vigna Clara sono in progetto l’innalzamento dei marciapiedi, realizzazione di percorsi tattili per ipovedenti e installazione di due ascensori, dei sistemi di videosorveglianza e del cancello elettrico per la chiusura notturna della stazione.

Il sindaco Marino"Questo luogo era una struttura realizzata per i Mondiali del 1990 - ha detto il sindaco Marino - è passato un quarto di secolo e la stazione è senza binari, senza treni, senza impianto elettrico. Quello che gli assessori Improta e Pucci mi hanno chiesto è di riattivare l'area strategica per i collegamenti di Roma, perché così facendo ci avvicineremmo alla chiusura dell'anello ferroviario. Questo significa che le persone sapranno quanto tempo impiegano per spostarsi da questa parte della città all'altra".

L'intervento prevede la chiusura dell'anello ferroviario Nord, con la realizzazione di nuovi tratti di linea che collegheranno Vigna Clara agli impianti Roma Smistamento e Roma Tiburtina. I nuovi ponti sui fiumi Tevere e Aniene sono le opere più impegnative, mentre per risolvere il problema degli insediamenti abusivi presenti nell'area di via Camposampiero (zona Tor di Quinto) è stato elaborato un primo studio di fattibilità. Le soluzioni sviluppate consentiranno anche di collegare la stazione di Tor di Quinto, gestita da ATAC, dove potrà essere realizzato anche un parcheggio da 1.000 posti auto.

La stazione di Vigna ClaraIn progetto anche un nuovo percorso ciclopedonale, da Monte Ciocci a Roma San Pietro, per 1.450 metri, la prosecuzione della pista ciclabile di circa 5 chilometri già realizzata da RFI, fra il Parco di Monte Ciocci, presso la fermata Valle Aurelia, e la stazione Monte Mario. La spesa complessiva prevista è di circa 102 milioni di euro. 

L'ad di Fs, Elia, ha sottolineato che "con il Comune di Roma stiamo lavorando bene. Aver raggiunto un accordo per il primo pezzo utile al completamento dell'anello nord fino a Tiburtina è un passo importante. Qui realizzeremo binari, traverse, linee di contatto, tutto ciò che serve. E' un progetto che con il Giubileo trova un'accelerazione".