Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Via di Centocelle, atto di forza: Certosa - Tor di Quinto

Scontro tra pesi massimi: padroni di casa imbattuti e con la miglior difesa, rossoblu in testa e lanciatissimi



Detto in tutta franchezza. Nel girone A, là davanti, c'è un bel livello. E' un evento che comunque pensavamo potesse manifestarsi anche a bocce ferme. Sapevamo infatti che la classe '98 impegnata in questa stagione avrebbe apportato qualcosa in più in termini  di qualità nei singoli, per essere sintetici. Un idea che si sta rivelando sempre meno come tale col passare delle giornate. Il mix tra quelle formazioni che schierano '96 e '97, viene spesso pareggiato da chi ha comunque una maggioranza '97-98. In questo senso lo scontro di domani pomeriggio in via di Centocelle tra Certosa e Tor di Quinto ne è uno dei maggiori esempi. Il Tor di Quinto sfrutta le qualità dell'esperienza di alcuni suoi interpreti ed ha dei '98 che hanno approcciato alla grande. Uno di questi, D'Andrea, è il capocannoniere del campionato (leggi qui l'approfondimento). Il Certosa si è invece rinnovato molto come abbiamo visto ed ha un mix d'età più basso (non fosse per altro di un '99 ormai spesso aggregato, Origlia) Li divide una sottile striscia da 3 punti, con la formazione di Vergari in vantaggio e che è già uscita da 2 scontri diretti (1 vittoria ed 1 sconfitta tra Savio e Accademia) ed ha comunque battuto il Ladispoli, attualmente sesto, 5-1. 

Il Tor di Quinto è avanti, precede il Certosa di 3 punti (foto ©delgobbo/lori)Viene quasi da sé che al Tor di Quinto uscire dal campo con un punto in casa di una formazione imbattuta e concorrente play off, potrebbe anche non essere un'eventualità da scartare. Anche perché Nicolucci e compagni chiuderanno il girone d'andata contro il Grifone Monteverde (e in quel caso potremmo vederme davvero delle belle...). Grifone Monteverde che proprio contro il Certosa non ha fatto punteggio pieno. Unico caso nel suo cammino. Data quindi la capacità specifica del Certosa è possibile ipotizzarne una gara abbastanza aggressiva, volta alla ricerca di un successo in fondo non così impossibile da raggiungere. In caso di vittoria la formazione di Ranalli aprirebbe un'incredibile corsa al primo posto tra 4 squadre. Accademia e Grifone non hanno impegni semplici (anche se il team di Papotto deve davvero riprendersi dopo la batosta di sabato e quindi è lecito aspettarsi una gran match contro il pur buono Atletico Fidene) con l'undici di Radi che va a Ladispoli: campo in terra e difficoltà in più per una squadra che punta sul palleggio. E' dunque un turno davvero importante, chi saprà farsi trovare più pronto dopo il fischio d'inizio, sabato sera potrebbe sorridere molto di più.