Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Vigor Perconti in semifinale! La Romulea cade ai rigori

Capitan Di Bari solito trascinatore: la Perconti va sotto, poi rimonta e viene rimontata. Dal dischetto disastro Romulea



ROMULEA – VIGOR PERCONTI 2-5 d.c.r. (2-2)

MARCATORI
Lanzone 31’pt rig. (R), 2’st Bruno (V), 4’st Di Bari (V), 28’st Rotoloni
ROMULEA Bonifazi 6, Cerbara 6, Sorrentino 5.5, Scarfagna 6 (1’st Rotoloni 6), Forti 6, Fortunato 5.5, Torsellini 6, Di Vico 5.5 (1’st Pennacchio 6), Carello 5 (12’st Carpentieri 5.5), Lanzone 6, Gretarsson 5 (8’st Lilliu 5.5) PANCHINA Clemenzi, Cordone, Rizzo ALLENATORE Torcolini
VIGOR PERCONTI Alfieri 5.5, Pietrobattista 6, Altamura 5.5 (1’st Di Tucci 6), Rossi 5.5 (1’st De Luca 6, 24’st Milana sv), Fasolo 6, Lauri 6, Bruno 6.5, Shoti 5.5 (1’st Sciotti 6), Di Bari 7, Carmignani 6, Piermarini 5.5 (17’st Barba 6) PANCHINA Moscogiuri, Coculo ALLENATORE D’Andrea
ARBITRO Di Virgilio di Roma 2, 6
NOTE Ammonito Altamura. Sequenza Rigori Torsellini (R) fuori, Carmignani (V) gol, Sorrentino (R) parato, Barba (V) gol, Lanzone (R) alto, Bruno (V)gol.  Angoli 1-3. Rec. 4’st.

Di Bari esulta dopo il gol ©SimonaPiccirilliLa Vigor Perconti è la seconda semifinalista del Memorial Bini. Ai ragazzi di D’Andrea sono serviti i rigori per prevalere su un’ostica Romulea, dopo una partita a due facce, noiosa nel primo tempo e spettacolare nel secondo. Nel primo tempo non si registra praticamente nulla di interessante. Le squadra si studiano, provano giocate, cercano l’equilibrio giusto, ma quello che si vede in campo sono per lo più molti errori. Ne risente ovviamente lo spettacolo, con i ventidue in campo che non riescono ad imprimere un ritmo elevato alla gara. Ambedue le squadre non riescono a mettere la palla a terra ed a fraseggiare con ordine, così i classici lancioni per la punta diventano la soluzione più frequente. L’unico episodio che finisce sul taccuino degli appunti è il tocco di mano in area di Altamura, sanzionato dall’arbitro con un rigore che Lanzone trasforma con freddezza spiazzando Alfieri, per il vantaggi della Romulea. Nella ripresa la Perconti scende in campo trasformata, e l’impatto sul match è devastante. In meno di 5’, infatti, i blaugrana ribaltano il risultato: prima ci pensa Bruno a pareggiare i conti in percussione, a seguire sale in cattedra capitan Di Bari, che sulla trequarti si porta a spasso di fisico i difensori avversari, trafiggendo poi Bonifazi con un diagonale destro. Galvanizzata dalla rimonta, la formazione blaugrana va vicina al tris con la conclusione di Sciotti, su cui Bonifazi si esalta in tuffo. Come spesso succede nel calcio, nel mezzo del momento positivo per gli avversari, la Romulea trova la fiammata d’orgoglio ed agguanta il pareggio. Nel finale è la Perconti a premere di più: Di Bari si fa parare da Bonifazi la palla della vittoria, in seguito Barba spedisce a fil di palo un tiro dal limite. La lotteria dei rigori premia infine la Perconti, a discapito di una Romulea che fallisce tutti i tiri dagli 11 metri.