Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Vigor Perconti, pareggio senza reti nella gara con il Città di Monterotondo

I blaugrana hanno il rammarico di aver sbagliato un calcio di rigore con Colarossi, che ha colpito il palo



VIGOR PERCONTI Scalabrin 6, Nicolini 6.5, Forte 6 (1’st Pomposelli 6.5), Guglielmi 6, Perfili 6.5, Borgia 6.5, Cremolini 6.5 (46’st Moro s.v.) Colarossi 6, Piccone (30’st G. Di Bari 5.5), F. Di Bari 6, Caverni 5. PANCHINA Pedulla, Vitolo, Graziani, Piccolo. ALLENATORE Bellinati 

C. DI MONTEROTONDO Pagella 6, Ferri 6, Masciarelli 5.5, De Simone 5.5, Sabatilli 5.5, Quadrini 6, Sacripanti 6 (43’st Mattei s.v.), Petrocchi 6.5 (24’st Mencio 5), Prosperi 6 (8’st Oliva 5), Proietti 6.5, Nardecchia. PANCHINA Antonini, Cipolloni De Paola, Savini. ALLENATORE Gratti 

ARBITRO Morello di Tivoli 5 

ASSISTENTI Pediani di Civitavecchia 5 e Boccaccini di Ciampino 5 

NOTE Colarossi (V) al 18’st calcia un rigore sul palo. Ammoniti F. Di Bari, Proietti, De Simone, Quadrini, Colarossi. Angoli 5-1. Recupero 0’pt; 3’st    

Colarossi sul dischetto, colpirà il paloTermina in parità ed a reti bianche il match della terza giornata di andata del girone B di Promozione, fra la Vigor Perconti ed il C. di Monterotondo. Un match che serve semplicemente a muovere la classifica di ambedue le contendenti, nulla più, con una Vigor che ha provato forse a fare qualcosa in più rispetto agli eretini, ma le idee dei ragazzi di Bellinati sono apparse decisamente confuse, in perfetta linea con la direzione di gara, assolutamente tutt’altro che all’altezza del compito affidatogli. Dopo il clamoroso 6-1 dell’esordio, sembra che stiano mancando un po’ le munizioni ai fucilieri di Colli Aniene, che da due gare non riescono più a violare la porta avversaria. Non sempre si può vincere e questa è comunque la strada giusta da percorrere per il giovane gruppo alle dipendenze del tecnico Bellinati in ottica salvezza, tenendo presente che sono ancora molti gli assenti sui quali non si può ancora contare  per infortuni vari. Da segnalare l’ennesimo esordio ufficiale in prima squadra da parte degli elementi Juniores: questa volta è stato il turno di Cremolini, che ha giocato complessivamente una buona gara ed è stato sostituito solamente nel finale di partita. Padroni di casa pericolosi al 5’, con un  episodio da moviola in area avversaria. Al 21’ ci prova Piccone, ma il suo tentativo termina alto. Nel finale c’è spazio per un’occasione degli ospiti, con Scalabrin che fa buona guardia. La ripresa si apre con un possibile rigore ai danni di un Caverni che rientrava oggi dalla squalifica, ma che ancora non riesce ad essere determinante in campo per la sua squadra. Episodio importante al 17’, con Quadrini che commette ostruzione ai danni di Piccone e per l’arbitro tiburtino è calcio di rigore ed ammonizione conseguente per il difensore ospite; dal dischetto si porta Colarossi che manda incredibilmente il pallone sul palo a Pagella battuto.  Due minuti più tardi è F. Di Bari a provarci, ma la palla termina alta sopra la traversa. Gli ospiti provano a mettere il naso avanti con Quadrini al 22’, ma Scalabrin non ha problemi nel bloccare la sfera. Nel finale c’è spazio per una conclusione alle stelle di De Simone, che di fatto chiude l’incontro. Con questo pareggio, la Vigor Perconti sale a quota 4, mentre il C. di Monterotondo si porta a cinque lunghezze: in testa sempre la coppia formata da Poggio Fidoni e Capena con 7 punti; un campionato decisamente livellato che ancora non ha delineato un vero e proprio padrone, anche se la Valle del Tevere di Scaricamazza (oggi 3-0 a Fiumicino, ndr) è probabilmente un gradino sopra a tutte le altre.