Notizie

Vigor Perconti, Trinchera: “Formeremo giocatori veri"

Le parole del dirigente riguardo la squadra e il girone. L’ex staff della Juniores pronto a vivere la nuova, difficile avventura



“Ci siamo trasferiti tutti, noi del vecchio staff della Juniores. Io, mister Bellinati e il prof. Delfino. In più abbiamo Riccardo Sambruni (fratello di Giancarlo Sambruni, attualmente tecnico Atletico 2000, ndr) in qualità di secondo allenatore.” Questo, il gruppo, valido e vincente, allestito per guidare la formazione dei 2002 quest’anno. Un team tecnico che ha entusiasmato sia genitori, che ragazzi e la ratio della scelta è semplice: formare e far crescere una squadra di spessore a partire dal materiale grezzo, i ragazzi appena usciti dalla scuola calcio, affidato a chi i talenti ha dimostrato di saperli forgiare: Francesco Bellinati. A dare testimonianza delle prime impressioni è Raffaele Trinchera, dirigente di Trinchera (Foto©Facebook)spicco nella Vigor Perconti, amico e stretto collaboratore del mister: “Se è una nuova esperienza? Per Delfino si, per me e Bellinati no. Quest’anno è stata presa la decisione di tornare alle origini per poter formare dei giocatori veri. Questo era anche il volere dell’allenatore: prendere sotto la sua ala ragazzi appena usciti dalla scuola calcio.” E prima che il martello del fabbro plasmi la squadra con il tempo, si osserverà attentamente la qualità già insita in questa Vigor Perconti che, a detta di Trinchera, potrebbe far gola a qualcuno: “Abbiamo una squadra tecnicamente molto brava, mentre dal punto di vista fisico siamo un po’ carenti rispetto a un’Urbetevere o a una Lodigiani. Non abbiamo ragazzi grandi e grossi a parte due, tre elementi; per il resto sono tutti giocatori piccoli e bravi. Posso assicurare, anzi, che secondo me rischiamo addirittura di perderne tre o quattro, perchè qualcuno potrebbe portarli via, a fare i Giovanissimi Nazionali. Obiettivi stagionali? Vogliamo conquistare una salvezza tranquilla e serena, senza l’assillo del risultato, senza essere costretti a vincere.” Una posizione netta e forte, quella di Trinchera, nei riguardi della suddivisione dei raggruppamenti: “Il girone è assurdo. Il paragone tra i due è inconcepibile. Nell’altro io vedo il Tor Di Quinto e il Savio in compagnia della Roma, mentre nel nostro ci sono tutte le altre. Qualcosa non quadra se parliamo di un torneo preagonistico privo dell’ansia da risultato come dice il signor Zarelli. Sulla carta, ai blocchi di partenza, non è assolutamente una suddivisione equa, questo è lampante. Ma non è un problema per noi, siamo sicuri di fare una bella figura, a partire da sabato contro la Tor Tre Teste.”