Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Villalba, Lamattina non ha dubbi: “Pronti per l'Elite”

Il ds del club neopromosso nel massimo campionato regionale: “Juniores il nostro fiore all'occhiello. Valorizzare ragazzi del posto per noi motivo di vanto”



Dopo 8 anni sarà di nuovo Elite. Nella stagione 2015/16 il Villalba tornerà infatti a competere con le big del calcioDa sinistra verso destra: Mauro Lamattina e Fabrizio Scrocca, ds e dirigente del Villalba Calcio laziale nel torneo più prestigioso a livello regionale, dopo un campionato dominato e vinto dalla Juniores di Luigi De Filippo. In casa Ocres Moca, però, si guarda al futuro, con l'obiettivo di raggiungere i vecchi splendori del passato. Come prima mossa, la società del presidente Pietro Scrocca aveva già fatto sapere che in panchina l'anno prossimo ci sarà Antonio Cerini “la persona giusta per quello che sa infondere ai ragazzi a livello carismatico, con un bagaglio d'esperienza notevole” , come spiega il ds Mauro Lamattina. Il dirigente rossoblu è pronto per questa nuova sfida e ci racconta obiettivi e stimoli del Vilallba in vista del prossimo campionato d'Elite: “La nostra è una società che storicamente ha raggiunto traguardi prestigiosi e il nostro intento è quello di raggiungere quel livello di qualità che nel tempo ha sempre contraddistinto questo club. Il campionato non l'abbiamo vinto per caso, ci piace fare le cose per bene e la Juniores è stato il nostro fiore all'occhiello. Adesso è in corso una rifondazione, ripartiremo quasi da zero con il nuovo gruppo, ma senza improvvisare e con gli stimoli giusti: il mister avrà a disposizione una rosa di ragazzi motivati, che sanno quello che fanno”.

Antonio "Tonino" CeriniL'approdo in Elite è stata una gradita sorpresa per il club, che non si aspettava un salto di categoria così imminente. Il Villalba, però, negli ultimi tre anni aveva vinto un campionato Provinciale e un campionato Primavera: il recente trionfo nei Regionali è stata la diretta conseguenza degli sforzi di ogni membro della società, un risultato non solo frutto del lavoro di un'unica annata. “La nostra è la storia di un gruppo di ragazzi quasi  tutti di Villalba e dintorni - spiega Lamattina -, un gruppo costruito dagli allievi, ben rodato, che non hai mai steccato. E questo sicuramente è anche merito di una guida attenta che li ha fatti crescere negli anni, una società vigile anche fuori dal campo. Quest'anno avevamo iniziato il campionato non con la sicurezza di vincere, ma di fare certamente una buona stagione. Strada facendo ci siamo resi conto, invece, di poter primeggiare e alla fine penso che sia stata una vittoria concreta e meritata, anche se dietro il Settebagni ci ha dato filo da torcere”. Stima e orgoglio del ds verso questi ragazzi sfociano, in realtà, anche fuori dal rettangolo di gioco: “Posso dire che sono stati esemplari. Non ce n'è uno manchevole né sotto il prospetto tecnico, né a livello umano. Hanno dimostrato di essere uomini soprattutto nei momenti di difficoltà, con una maturità e una capacità organizzativa non indifferenti. Sono veramente contento”.

E per il futuro, Mauro Lamattina promette: “I ragazzi verranno tutti riconfermati, qualcuno verrà mandato in prestito, ma sicuramente non ce ne priveremo. Abbiamo investito tanto, è giusto che i ragazzi vengano valorizzati e aspettati”; e sogna in grande: “ Ci faremo sicuramente trovare pronti, vediamo se ci sarà una risposta nell'ambito locale da parte degli atleti e delle loro famiglie. Valorizzare i ragazzi del posto per noi è motivo di orgoglio e di impegno. La nostra ambizione è quella di diventare un polo alternativo alle migliori realtà romane, aspiriamo a qualcosa di importante, ma sempre con umiltà e con i piedi per terra”.