Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Villalba, parla De Filippo: “Inizio difficile, ma ci mancano punti in classifica. Domenica in campo per ridurre il gap”

Il mister non dimentica gli episodi sfortunati: “In campo deve vincere chi merita”, tira le orecchie ai suoi “Pecchiamo di inesperienza” e riparte dal pareggio contro la Valle del Tevere “Viste tante cose buone”



Daniele De Filippo ©villalbacalcio.itPoche luci, molte ombre e una buona dose di sfortuna nelle prime tre uscite in campionato. Dopo due sconfitte e un pareggio, il Villalba occupa attualmente il penultimo posto in classifica, a quota 1, e l'appuntamento esterno di domenica prossima sul campo del Casal Barriera rappresenta già un possibile spartiacque per il prosieguo della stagione della squadra di De Filippo. L'ex allenatore del Montecelio, tuttavia, è concentrato ma non preoccupato di questo avvio non brillante dei suoi, e ha voluto spiegarci il perché.

Allora mister, possiamo dire che un punto nelle prime tre partite non è il miglior modo di cominciare la stagione. Si aspettava un inizio così difficile?
Ad esser sincero, no. Sapevo che non sarebbe stato facile e che le difficoltà, per una squadra giovane come la nostra, sarebbero state tante. Ero preparato a tutto ciò. Anche se dopo tre giornate speravo di avere almeno un paio di punti in più. Questa classifica non rende onore a quello che la mia squadra ha fatto vedere sul campo.

Se non ho capito male, i punti che mancherebbero al Villalba sono sostanzialmente quelli del match d'esordio contro il Comunale di Capena...
Una partita che stavamo controllando e meritando di vincere sul campo, prima di rimanere in 8 contro 11. Il pareggio strappato la domenica successiva sul campo della Valle del Tevere, invece, è stata una risposta da grande squadra. Siamo stati bravi. Recuperare il gol di svantaggio in inferiorità numerica, e in casa di una delle favorite del girone, non è da tutti. I ragazzi hanno fatto vedere buone cose in quell'occasione ed è per questo che ho molte speranze per il futuro.

Quando la situazione sembrava essere tornata sui binari giusti, ecco la debacle casalinga contro il Sant'Angelo Romano. Cosa non ha funzionato?
Nell'ultima partita siamo stati sfortunati e abbiamo pagato la mancanza di esperienza. Nell'arco dei 90' non si può sempre attaccare a testa bassa : bisogna anche capire quando è il momento di abbassare i ritmi e aspettare. Abbiamo sbagliato tante occasioni e regalato due gol agli avversari, uno su calcio piazzato e l'altro su errore del nostro difensore. Ad ogni modo, gli errori li commettono i professionisti, quindi figuriamoci noi che siamo dilettanti!

Un'ultima domanda: adesso il Villalba è atteso da due impegni in trasferta, il primo dei quali si chiama Casal Barriera. Quale sarà il vostro obiettivo?
Il nostro obiettivo è sempre quello di muovere la classifica. Scendiamo in campo sempre per portare a casa qualche punto. Domenica proveremo a ridurre il distacco con quel gruppo di squadre che ci precedono in classifica, tra cui proprio il Casal Barriera. Noi ce la metteremo tutta e mi auguro che il verdetto sarà sempre e incondizionatamente quello del campo: chi è più bravo vince.