Notizie
Categorie: Promozione

Villalba, Scrocca ci crede: “Risolveremo il problema dei gol”

Il patron dell'Ocres Moca sprona i suoi: “Domenica bisogna fare punti. De Lucia e Serini ci daranno una mano”. Sugli arbitri: “Non c'è malafede, ma inadeguatezza”



E' un Pietro Scrocca lucido, pacato e molto obiettivo, quello che ha voluto analizzare insieme a noi questa prima parte di stagione del suo Villalba. Lo stesso Scrocca che durante i 90' domenicali si trasforma nel più acceso dei tifosi in tribuna, svestendo i panni del presidente: “La partita la sento molto e spesso va a finire che mi arrabbio, ma quando la  gara finisce torno in me”, si è scherzosamente giustificato durante l'intervista che ci accingiamo a riportare. I temi della chiacchierata con Scrocca sono stati il difficile inizio di stagione del Villalba, la classe arbitrale e, ovviamente, il calciomercato.

Allora presidente, visto che siamo in clima mercato partiamo da qui. De Lucia e Serini, i due volti nuovi in attacco, sono già arruolabili per la gara contro il Città di Monterotondo?

Serini con ogni probabilità sarà tra i convocati e l'allenatore deciderà se gettarlo subito nella mischia. Per De Lucia, invece, bisogna attendere qualche giorno. Il ragazzo è in ritardo di condizione e avrà bisogno, credo, di un paio di settimane per potersi mettere a disposizione del mister e dei nuovi compagni.

Sbaglio se dico che il reparto offensivo è stato il vostro tallone d'Achille in questo primo scorcio di stagione?

Assolutamente. D'altronde, i numeri parlano chiaro. Davanti non avevamo molte alternative, bisognava intervenire in qualche modo. Abbiamo preso due giocatori che ci daranno una grossa mano.

Pietro ScroccaNonostante ciò, il Villalba è riuscito a mettere in vetrina un attaccante classe '96, tra i più promettenti della categoria: Brocchieri.

Brocchieri è molto forte, ma ancora molto giovane. Si è ritagliato con merito il suo posto in squadra, giocando quasi tutte le partite. Deve migliorare in fase realizzativa, perché a volte è come se si bloccasse. Nel complesso, però, lo elogio. Gli arrivi di Serini e De Lucia potrebbero rivelarsi un bene per lui, dandogli la possibilità di rifiatare, soprattutto mentalmente.

State lavorando a qualche altro colpo in entrata?

In linea di massima, no. Non siamo alla ricerca spasmodica di un calciatore in particolare, ma rimaniamo vigili alle dinamiche del mercato. Se si presenterà un'occasione favorevole potremmo coglierla.

Abbandoniamo il calciomercato e torniamo al campo. Da 0 a 10, che voto dà al Villalba visto in questi 3 mesi di campionato?

Gli do un 6 pieno, forse anche qualcosa di più. Siamo una squadra giovane. Esclusi gli under abbiamo molti ragazzi sui 20 anni. La nostra classifica è figlia anche di questo. Dobbiamo crescere e dobbiamo acquisire esperienza. In attacco specialmente sbagliamo ancora troppi gol, vedi anche la partita di domenica scorsa con il Guidonia. In una classifica così corta come quella del nostro girone, con qualche gol in più saremmo a ridosso delle prime.

Con qualche gol in più e con qualche torto arbitrale in meno...

Non mi piace parlare degli arbitri. E' vero, alcune decisioni ci hanno penalizzato, ad esempio alla prima giornata di campionato in casa contro il Capena mi arrabbiai molto. Però, ripeto, gli artefici di tutti i risultati, ositivi e negativi, siamo noi. Anche due settimane fa contro il La Rustica, l'arbitro ha sicuramente commesso degli errori, ma sull'1-1 abbiamo sbagliato troppi gol. E alla fine abbiamo perso.

Gli arbitri commettono errori in malafede o perché sono poco preparati?

Non credo alla malafede. Dico sempre che come un attaccante può sbagliare un gol, anche un arbitro può cadere in errore. Sono giovani e qualcuno di loro ha delle lacune tecniche. Più che di malafede io parlerei di inadeguatezza e, in alcuni casi, di approccio sbagliato alla partita.

L'ultima domanda è per la prossima di campionato. Sette giorni fa il Villalba ha dato buoni segnali nella trasferta di Guidonia, domenica all'Ocres Moca arriva il Città di Monterotondo: che partita sarà?

Sarà una partita contro un'ottima squadra, dove faremo di tutto per prenderci qualche punto. Dispiace molto non aver ottenuto grandi risultati in casa, fino ad oggi. Ma sono sicuro di una cosa: se riusciremo ad essere più concreti in fase realizzativa possiamo giocarcela con tutti.