Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Villanova, è un pareggio che vale oro: Santa Maria delle Mole eliminata

I tiburtini, forti del 2-2 dell'andata, non corrono rischi nel match di ritorno e passano il turno a discapito dei castellani



VILLANOVA – N.S. MARIA DELLE MOLE  0-0
VILLANOVA Trinchera, Di Mauro (24' st Santori), Togna, Dovidio, Pesce, Ranieri, Vitali (15' st Ramceski), Marini V., Giampaolo, Mariti (33' st Petrella), Marini L. PANCHINA Bambino, Neroni, Gubinelli, Meloni ALLENATORE Di Loreto
N.S. MARIA DELLE MOLE Brugnettini, Paduano (40' st Esposito), Forte (24' st Ognibene), Bianchini, Terribili, Filangeri, Barbaria, Cecili, Marchionni, Mancini, Trotta (20' st Zappalà) PANCHINA Travaglini, Galliangeli, Saccavino, Pala ALLENATORE Leone
ARBITRO Catallo di Frosinone Assistenti Cocco di Frosinone e Filabozzi di Rm1
NOTE Ammoniti Togna, Mariti, Filangeri, Marchionni, Mancini. Angoli 5-6. Rec. 0' pt – 3' st.

Uno scatto del matchCon l'ex aequo del “Ferraris” è il Villanova di mister Di Loreto a conquistare il pass per gli ottavi di finale di Coppa Italia. Reduci dal 2 a 2 della gara di andata (quando a segnare furono Neroni e Vitali per la compagine di Di Loreto e Ognibene e Marchionni per quella di Leone), Villanova e Nuova Santa Maria delle Mole impattano di nuovo, senza regalare grandi emozioni. Primo guizzo di marchio locale con Mariti che al 10' colpisce la rete esterna della porta difesa da Brugnettini; a seguire, è insidioso il calcio d'angolo battuto da Dovidio che serve al bacio Di Mauro, colpo di testa del numero due tiburtino che però non mira lo specchio della porta. Dopo i buoni propositi di Marini Lorenzo, per la formazione ospite si propone Trotta, ma Pesce non lo lascia passare e sventa senza difficoltà la minaccia. Il Villanova ha una buona occasione per sbloccare il match con un calcio piazzato battuto da Dovidio, Mariti svetta di testa senza insaccare il vantaggio. Il Santa Maria delle Mole risponde con Trotta che spedisce fuori e con Barbaria che, sugli sviluppi di una punizione, non impensierisce Trinchera.

Stessi ritmi blandi nel corso della ripresa che si apre con un tentativo pericoloso di Giampaolo, il quale sfiora la traversa di Brugnettini.Al 12', occasionissima per la formazione casalinga con Marini Lorenzo che, coadiuvato da Mariti, sfodera un buon sinistro che impegna Brugnettini, abile a deviare la sfera in corner. Al 18', gli uomini schierati da Leone si affacciano sul fronte avanzato con Mancini che mira la porta, ma Trinchera si fa trovare pronto. L'ultimo acuto è un calcio di punizione sulla corsia di sinistra conquistato da Mariti e battuto da Dovidio che però non cambia lo 0-0 finale.