Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Villanova, un cuore grande: rimonta in dieci contro il Santa Maria delle Mole Marino

Vantaggio castellano con il penalty di Ognibene, poi Santori e Giampaolo nel recupero regalano i tre punti a Di Loreto



Il VillanovaMARCATORI Ognibene (N) 32' pt rig., Santori (V) 36' pt, Giampaolo (V) 47' st 

VILLANOVA Trinchera, Togna, Dovidio, Petrella, Di Mauro, Santori (21' st Pesce), Giampaolo, Vitali (17' st Ramceski), Marini V., Neroni, Marini L. (40' st Saporetti). PANCHINA Balestrieri, Tavaniello, Ranieri, Gubinelli ALLENATORE Di Loreto 

N.S. MARIA DELLE MOLE Travaglini, Esposito, Zappalà, Filangeri (35' st Ferretti), Terribili, Bianchini, Cecili (44' st Bonanni), Iovino, Marchionni (24' st Barbarella), Ognibene, Mancini PANCHINA Brugnettini, Paduano, Saccavino, Barbaria ALLENATORE Iardino 

ARBITRO Ubaldi di Roma 1  

ASSISTENTI Potenza e Petrini di Roma 1 

NOTE Ammoniti Dovidio, Petrella, Santori, Giampaolo, Pesce, Cecili, Barbarella. Espulsi Santori (V) al 29' st, dalla panchina, per proteste e Petrella (V), al 36' st, per fallo di gioco. Angoli 5-6. Rec. 1' pt e 5' st.  

Ottimo avvio di stagione per il Villanova di mister Di Loreto che batte il Santa Maria delle Mole schierato da Iardino per 2 a 1. Quello del “Ferraris” è un successo siglato durante le ultimissime battute del match: dopo lo svantaggio iniziale infatti, i tiburtini sono stati abili a  ribaltare le carte in tavola e, grazie ad una magia di Giampaolo, ad intascare la vittoria, a tre minuti dalla fine e nonostante l'inferiorità numerica. Uniche note dolenti per la formazione casalinga, le espulsioni di Santori e di Petrella, due elementi fondamentali che non saranno presenti domenica prossima nel match contro la Vigor Acquapendente. Passando alla cronaca, parte forte il Villanova con Petrella che, al 4', si incarica di un calcio di punizione interessante, ma la retroguardia ospite non si lascia ingannare e respinge i suoi buoni propositi; a seguire, è il turno di Neroni che, dalla destra, lascia partire un traversone dalla traiettoria velenosa, ma la formazione di Iardino si difende bene. Qualche imprecisione di troppo da parte di entrambe le squadre in questa prima frazione di gioco, equilibrata e destinata ad accendersi nell'ultimo quarto d'ora. Dopo le incursioni in area di Marchionni, Giampaolo serve Lorenzo Marini che, al volo, prova a sbloccare l'iniziale risultato ad occhiali, ma trova i guantoni di Travaglini. Al  32', Santori atterra Filangeri, il direttore di gara indica il dischetto ed è calcio di rigore per il Santa Maria delle Mole: Ognibene non sbaglia ed apre le danze. Il Villanova pareggia immediatamente i conti: al 36' infatti, sugli sviluppi di un calcio d'angolo di Dovidio, in mischia, arriva il tocco di Santori e il gol dell'1 a 1. Si decide tutto nel corso della ripresa che si apre con un calcio piazzato per i tiburtini: ad incaricarsi della battuta è Petrella che serve Giampaolo, il quale non aggancia davvero per un soffio. Sul fronte opposto, degni di nota gli interventi di Santori che più volte nega l'accesso in area agli avversari. Ancora un'occasione invitante per il Villanova al 12': calcio di punizione per Dovidio che trova Bianchini, abile ad allontanare la minaccia; subito dopo, Marini Lorenzo trova i guantoni dell'estremo difensore avversario. Dopo un gran tiro di Giampaolo, molto pericoloso in questa seconda frazione di gioco, Barbarella non batte Trinchera che respinge la sfera nei pressi di Mancini: l'attaccante ospite ci riprova, ma Pesce sventa il pericolo. Dopo l'espulsione di Petrella e la rete annullata a Neroni per fuorigioco, il Villanova sale in cattedra. A rendersi protagonista è Giampaolo che, in contropiede, batte Travaglini al 47' e trascina il Villanova sul podio. Al triplice fischio, festeggiano così i padroni di casa.