Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Vincono le prime quattro, ma il bello deve venire

Il Colleferro torna ai tre punti, la Nuova Itri stenta ma espugna Morolo. Ride il Serpentara, Albalonga avanti a suon di gol



Vincono Serpentara e AlbalongaVincono tutte e quattro le prime e non cambia la classifica in vetta rispetto alla scorsa settimana. Rialza la testa il Colleferro di Fabrizio Paris, che torna ai tre punti che mancavano dal 1 marzo, giorno della vittoria in casa della Nuova Itri. Successo con il Borgo Podgora firmato Moriconi e Morelli, con i rossoneri che hanno disputato una buona prima frazione, calando poi nella ripresa senza però rischiare più di tanto di subire il pareggio. Tra sette giorni, prima della pausa pasquale, un impegno abbordabile sulla carta con il Monte San Giovanni Campano poi lo scontro diretto interno con il Serpentara, dove Sfanò e compagni si giocheranno tantissimo. Di Roberto, invece, permette alla Nuova Itri di battere un Morolo che aveva disputato un’ottima gara: i pontini non hanno entusiasmato, ma in questo momento contano solo i tre punti e la formazione di Parisella, pur soffrendo, li ha ottenuti. Buona prova del Serpentara di Lucidi, che ha avuto qualche difficoltà solo nella prima parte di gara con il Lariano (che non ha però, avuto clamorose chance) e, complici alcune gravi disattenzioni della retroguardia avversaria e un grande Yuri Fazi, ha capitalizzato al massimo e meritato l’intero bottino. Il club di Bellegra si conferma formazione solida e ben organizzata, in un momento fondamentale della sua stagione: domenica c’è una gara che nasconde più di qualche difficoltà con il Cassino e poi, come già detto, il Colleferro. Una doppia sfida dove si deciderà il futuro della squadra. Continua a macinare vittorie a suon di gol, infine, l’Albalonga di Gagliarducci. Con tre avversarie sopra, anche se vicine, il destino non è tutto nelle proprie mani e bisogna essere perfetti e non sbagliare nulla. Il prossimo ostacolo si chiama Lariano, che ritroverà il suo bomber, Paolo Troisi: la formazione di Di Franco, che sta attraversando un momento estremamente difficile, cercherà di superare l’empasse mettendo il bastone tra le ruote ai lanciatissimi castellani.