Notizie
Categorie: Dilettanti

Virtus Bracciano - Real Bracciano: fusione in vista

Le due società, dopo alcune attività extracalcistiche realizzate insieme, hanno iniziato una collaborazione tecnica e organizzativa che porterà, nel tempo, ad un sodalizio ufficiale



Image titleCresce sempre di più, ogni giorno che passa, la sintonia tra due delle più interessanti realtà sportive del panorama lacustre, la Virtus Bracciano e il Real Bracciano 1910;  le due Società, dopo alcune attività extracalcistiche realizzate insieme, hanno iniziato una collaborazione tecnica e organizzativa che costituisce il primo passo di un percorso che porterà, nel tempo, ad un sodalizio ufficiale. Le due Associazioni sono nate nell’estate del 2013, periodo in cui l’ambiente calcistico braccianese era scosso dal fallimento della gestione Tagliolini e dalla dipartita della gloriosa Bracciano 1910. L’allora presidente cedeva il titolo di Promozione della Prima Squadra ad una compagine romana decretando la scomparsa della prima squadra e quella del settore giovanile; ciò ha creato sconcerto non solo tra gli  addetti ai lavori e appassionati ma anche tra buona parte della cittadinanza. Il vuoto veniva immediatamente colmato nella stagione successiva da due nuove Società di Puro Settore Giovanile, tra cui la Virtus Bracciano, e dal Real Bracciano, iscritta al campionato Juniores Provinciale e con la Prima Squadra costretta a ripartire dalla Terza Categoria. Fin dalla prima stagione appare chiaro a tutti la natura delle due Società, non certo nate per essere delle meteore. Esse hanno in comune una forte ambizione di crescita e acclarate capacità organizzative che lasciano ben sperare per il futuro.   

Il Real Bracciano fa incetta di titoli aggiudicandosi, nell’ordine: il campionato di Terza Categoria, la Coppa Disciplina del suo girone e il titolo di Campione Provinciale Terza Categoria Roma. Tutto al termine di una cavalcata trionfale condotta da una squadra e tecnici  composti, novità affatto trascurabile, quasi esclusivamente da braccianesi.  La Virtus Bracciano, d’altra parte, con un gruppo di istruttori giovani e qualificati, al suo primo anno, supera ogni rosea previsione potendo vantare più di 150 iscritti tra i 5 e i 16 anni.   

Prende parte con le sue squadre all'attività federale in tutte le categorie giovanili e arriva a sfiorare l'ingresso nel campionato regionale giovanissimi. Ma il loro risultato più significativo è quello di aver ricreato, in breve tempo, un clima serio e sereno ed una struttura  organizzata ma allo stesso tempo famigliare e gioiosa che costituisce un valore aggiunto per chi fa attività di settore giovanile e scuola calcio; ciò le ha permesso di  ottenere consensi e stima a Bracciano e nei paesi limitrofi.  

Nella  stagione in corso entrambe le compagini stanno confermando, se non addirittura superando, le aspettative prefissate sia in termini di risultati sportivi, con diverse squadre che primeggiano nei rispettivi campionati, sia in termini sociali, riuscendo nell’opera di riavvicinare la gente a questo amato sport.  Facendo due passi al Vergari si potrà notare che le gare del duo rossoblu sono sempre accompagnate da centinaia di persone che hanno ritrovato il gusto di vedere una gara di calcio che sappia di semifinale di coppa Lazio, o prendere parte alle diverse iniziative sportive, sociali e culturali  anche dal respiro internazionale, che i giovani ma brillanti dirigenti di queste società hanno saputo organizzare con ottimi risultati. È in questo scenario che si fa pressante la richiesta da parte di un’intera comunità di una Società unica che renda forte e inscindibile il rapporto tra la prima squadra, la juniores, il settore giovanile e la scuola calcio, e che  renda armonioso e prolifico il rapporto tra i suoi dirigenti, tecnici, atleti, famiglie, tifosi e simpatizzanti.   

Si arriverà a tale risultato con il lavoro di tutti i componenti di Virtus e Real ma anche  coinvolgendo le amministrazioni locali, le associazioni, gli imprenditori, i commercianti e tutta la cittadinanza, attraverso una serie di progetti ed eventi sportivi, culturali e sociali che creeranno in alcuni casi servizi utili alla comunità ed in altri  momenti di svago, fruibili a tutti, dando il giusto risalto pubblicitario alle attività commerciali che parteciperanno.  Queste due società oggi cominciano quest’avventura avendo come unico interesse Bracciano, le sue squadre ed i suoi calciatori, e da questo sentimento nasce un lavoro condiviso  che riporterà quanto prima, sia a livello giovanile che di prima squadra, a restituire ai molti appassionati i palcoscenici che meritano, giungendo a traguardi ancora più prestigiosi, puntando su calciatori formati in casa e creando le condizioni per veder realizzato il sogno, mai tramontato, di riunire di nuovo tutti sotto un’unica bandiera, come vuole la storia. In tempi brevi verrà presentato  un logo che rappresenterà Virtus e Real ma anche il calendario delle iniziative ed attività che queste metteranno in campo già da giugno.