Notizie
Categorie: Dilettanti

Virtus Divino Amore, Mosciatti: "Tornare a livelli importanti"

Gli obiettivi della società, spiega il dt, sono quelli di crescita senza troppe pressioni, magari ripartendo da un lavoro di spessore sul settore giovanile e da una buona annata con la nostra Prima categoria



La dirigenza della Virtus Divino Amore foto virtusdivinoamore.netAl Millevoi si respira (di nuovo) un’aria importante. La Virtus Divino Amore della famiglia Bizzaglia (con in testa il patron Ettore e la figlia presidentessa Giordia) vuole provare a rivivere i fasti del recente passato che hanno visto il club capitolino vivere da protagonista alcune importanti annate nel calcio dilettante laziale. Oltre che sul vice presidente Gianluca Massimi, sui dirigenti Angelico Mosciatti e Sergio Randò, sulle “memorie storiche” rappresentate dal dg Mauro Moret e dal segretario Aldo Buzzi, la Virtus Divino Amore non poteva che basarsi sulla conoscenza calcistica e su un vero e proprio punto di riferimento come Nazzareno Mosciatti, per tutti Neno, attuale direttore tecnico del club. "Gli obiettivi della società – spiega il dt - sono quelli di crescita senza troppe pressioni, magari ripartendo da un lavoro di spessore sul settore giovanile e da una buona annata con la nostra Prima categoria. Il nostro gruppo maggiore e anche quattro squadre dell’agonistica che militano nei campionati provinciali (nello specifico la Juniores di Massimo D’Alesio, le due Allievi rispettivamente di Paolo Lattanzio e Leo Viscomi e i Giovanissimi fascia A di Angelo Capone, ndr) sono nelle zone di vertice delle rispettive classifiche, mentre c’è poi l’unico gruppo regionale, quello dei Giovanissimi B di mister Walter Angeletti, che ha l’obiettivo di mantenere la categoria». La Virtus Divino Amore, poi, ha iniziato un lavoro sul settore Scuola calcio che già presenta numeri “corposi”. «La “base” è importantissima per noi, per questo abbiamo scelto istruttori qualificati e ottenuto già il riconoscimento di Scuola di calcio Elite» rimarca Mosciatti. Inoltre la società si è dotata per questo settore di una psicologa, la dottoressa Roberta Rodi, che tra l’altro sta portando avanti in prima persona il progetto sociale “Lo sport incontra la scuola per educare al gioco e al benessere”. «E’ il primo anno che sposiamo questo progetto come Virtus Divino Amore. In sostanza – sottolinea la Rodi – ogni giovedì abbiamo messo a disposizione qui al campo Millevoi uno sportello d’ascolto dalle 17 alle 19 per tutte le famiglie con disagi, anche fuori dalla realtà della Virtus Divino Amore. Inoltre due nostri tecnici, Angelico Mosciatti e Michele Benassi, da dicembre porteranno avanti 80 ore di istruzione sportiva (praticamente due a settimana, ndr) per tutte le classi elementari dell’istituto comprensivo Romulado Formato, che è proprio nei pressi del campo sportivo». Calcio e non solo: la Virtus Divino Amore vuole fare le cose per bene.