Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Vis Artena, capitan Benedetto Pomponi lascia per motivi di lavoro

Il calciatore: "Qui ho realizzato calcisticamente quello che ho sempre desiderato, ho dato tutto per questi colori"



Benedetto PomponiNella Vis Artena della prossima stagione non ci sarà una colonna molto importante, la separazione indubbiamente più dolorosa per il club del presidente Roberto Matrigiani. Capitan Benedetto Pomponi lascia per motivi lavorativi, impossibile conciliare i propri impegni personali con quelli di una squadra di Eccellenza. Ma il commiato del capitano è davvero da brividi. «Alla Vis Artena ha realizzato quello che calcisticamente ho sempre desiderato: in primis il sogno di vestire la maglia del mio paese in prima squadra, poi quello di indossare la fascia da capitano. Ma quello lo metto in secondo piano perché si può essere capitani anche senza una fascia che rimane un simbolo, mentre un leader si distingue per altro. Sono convinto – prosegue il difensore classe 1992 - che non sarò ricordato come un grande giocatore perchè so di non esserlo stato, ma sono altrettanto certo di aver dato tutto per questi colori, mettendoli davanti ogni cosa». Per questo il momento dell’addio «è stato molto doloroso – rimarca Pomponi - Ci tengo a comunicare che l'impegno lavorativo ha infierito in maniera importante sulla mia scelta, semplicemente non c'erano più i presupposti per andare avanti ed è stato un addio sicuramente consensuale tra me e la società. Ringrazio tutto il club e in particolare il presidente Roberto Matrigiani con cui sono rimasto in ottimi rapporti e che sta portando avanti un ottimo lavoro finalizzato a valorizzare e portare in alto la squadra del mio paese. Colgo l’occasione per ringraziare anche i miei compagni di avventura e in particolare Giovanni Innocenzi e Valerio Proietti con cui sono cresciuto e che, come me, sono legatissimi alla maglia, senza nulla togliere agli altri. Auguro un buon lavoro a società, mister e giocatori affinchè conducano la Vis Artena nella parte alta della classifica, perchè questo è quello che conta di più per me. Poi – conclude Pomponi - nel calcio mai dire mai: il mio desiderio rimane sempre quello di rivestire questi colori e in un futuro, se ci sarà la possibilità, sarò felicissimo di tornare a casa». Un sentito saluto a Pomponi arriva dallo stesso Matrigiani. «Benedetto è un ragazzo d’oro che solo per impegni lavorativi non potrà rimanere con noi nel prossimo campionato – dice il massimo dirigente artenese – Gli auguro e sono convinto che farà benissimo nella squadra dove andrà perché è una persona con valori veri che merita il meglio. Le porte della Vis Artena saranno sempre aperte per lui».