Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Vis Artena, parla Gabriele Proia: "Salvezza diretta? Un mezzo miracolo"

Domenica contro il Nettuno per centrare un pareggio che permetterebbe ai rossoverdi di centrare l'obiettivo



Gabriele ProiaLa Vis Artena è a un punticino dalla sospirata salvezza diretta. La squadra del presidente Roberto Matrigiani e di mister Mirko Granieri ha sfoderato una strepitosa partita sul campo della Nuova Itri che aveva ancora qualche residua speranza di primo o secondo posto. L’1-1 finale è frutto dell’iniziale vantaggio firmato da Longo e dal pari dei pontini nella ripresa. «Abbiamo giocato davvero molto bene – conferma il difensore classe 1995 Gabriele Proia -, soprattutto nel primo tempo quando avremmo chiudere con un vantaggio superiore all’1-0 firmato da Longo su un assist di Monaco di Monaco. La Nuova Itri non ci stava a perdere, ma non ci ha creato grossi pericoli e ha pareggiato su un rigore molto dubbio. Probabilmente domenica potevamo prendere gol solo da palla inattiva perché stavamo tenendo il campo molto bene». Dopo aver fatto la trafila nelle giovanili del Savio, Proia si sta disimpegnando alla grande al suo primo anno in Eccellenza. «Sono contento dello spazio che mi sono ritagliato e soprattutto dell’ambiente dove sono capitato. Qui c’è una società molto seria, che fa sempre sentire la sua presenza ai giocatori». Il giovane difensore pensa all’ultima (si spera) fatica stagionale della Vis Artena che domenica affronterà il Nettuno al Comunale. «Loro non hanno più grandi motivazioni di classifica, ma sappiamo bene che non verranno a farsi una passeggiata. A noi basta un punto – ricorda Proia -, ma non siamo abituati a scendere in campo per fare calcoli. Ci giocheremo la partita e speriamo di centrare questo traguardo con le sole nostre forze e senza dover aspettare i risultati degli altri campi». Una finale di Coppa Italia conquistata e persa solamente ai rigori con una corazzata come l’Albalonga che è tuttora in lotta per vincere il campionato, ora la salvezza diretta a un passo. «Se la conquistassimo, potremmo dire di aver fatto un mezzo miracolo in questa stagione – sottolinea Proia – considerando gli infortuni capitati ad alcuni dei nostri giocatori più importanti come Cianni, Romaggioli, Romagnoli e Prati».