Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Vittoria netta e meritata del Borgo Podgora sulla Semprevisa di Liberti

Apre Sangermano, raddoppio di Terrazzino, poi nel recupero della seconda frazione chiude i giochi Martelli



BORGO PODGORA - SEMPREVISA 3-0 

MARCATORI 10’ Sangermano, 39’ Terrazzino, 93’ Martelli 

BORGO PODGORA Viscusi 6,5, Dadu 6, Schaivon 6,5 (88’ Barbazza ng), Di Matteo ng (20’ Gucciardi 7), Arduini 6,5, Lauteri 6,5, Martelli 7, Soumah 7, Sangermano 7 (76’ Lizzio ng), Di Fazio 6,5, Terrazzino 7 PANCHINA Di Mario, Alessandro, Porcelli Silvestri ALLENATORE Luceri 6,5 

SEMPREVISA Gavillucci 4,5, Boselli 5 (46’ Romano 5), Saccucci 4,5, Nardi 5, Lucarini 5, Corvo 4,5 (46’ Germoni 5), Indelicato 5, Palombi 5, De Luca 4,5, Coluzzi 5, Flavi 5 (61’ Cacciotti 5,5) PANCHINA Secondelli, Lorenzi, Piccolo, De Meis ALLENATORE Liberti 5  

ARBITRO Ubaldi di Roma Uno 6 

ASSISTENTI De Salazar di Roma Uno e Petrella di Albano Laziale 

NOTE Ammoniti: 27’ Di Fazio (BP), 29’ Arduini (BP), 41’ Saccucci (S), 59’ Gucciardi (BP)    

foto asdborgopodgoracalcio.itPer il Podgora vittoria netta e meritata in una gara non certo entusiasmante. Entrambe le formazioni cercavano la posta piena per risollevarsi da complicate situazioni di classifica. I locali hanno avuto il merito di crederci di più contro un avversario, all’opposto, mollo e completamente in confusione.   Vuoi per scarsi automatismi che per errori dei singoli, ogni volta che il pallone si appresava alla propria area  di rigore, la Semprevisa andava in tilt con imbarazzante facilità. Come al 10’, quando nessuno contrastava il tiro di Terrazzino goffamente respinto da Gavillucci e ribattuto agli undici metri dal rapace Sangermano: 1-0. Pochi minuti prima i biancoverdi avevano impensierito l’attento Viscusi, bravo a mettere in angolo un tiro da fuori di De Luca e altrettanto vigile nello sventare in volo una punizione a giro di Coluzzi al minuto 13.   Al 25’ doveva distendersi Gavillucci per disinnescare sul palo una punizione radente di Martelli cui seguiva un tiro velleitario di Palombi a sfiorare la traversa. Ma era un fuoco di paglia, perché in mezzo al campo la Visa soffriva maledettamente la corsa lucida di Soumah e le sgroppate di Sangermano, evidentemente troppo per un frastornato Saccucci. L’occasione buona per gli ospiti ce l’aveva De Luca al 37’, ma solo davanti al portiere gli calciava addosso per il più classico dei gol divorati. Quindi l’impietosa legge del “gol mangiato, gol subìto”. 39’, sulla sinistra Di Fazio passeggiava su Corvo e metteva al centro per l’incornata di Terrazzino: 2-0 e tutti a riposo.   Al ritorno in campo Liberti operava doppio cambio: Germoni per Corvo e Romano per Boselli. Sarà tutto inutile. Pur gestendo palla e spingendo in avanti, i biancoverdi apparivano incapaci di imbastire azioni pericolose, sempre e comunque destinate a finire nella rete difensiva dell’avversario, sornione nel restare corto così da fiondarsi in contropiede.   Per dare idea delle difficoltà, l’ultimo tiro nello specchio della Semprevisa si registrava al 56’ con De Luca: buona la guardia di Viscusi sul primo palo. Anche l’ingresso di Cacciotti al 61’ non dava i frutti sperati. Attimi di nervosismo al 76’ con le due espulsioni dalla panchina: Porcelli tra gli azzurri e Piccolo per i biancoverdi. Non succedeva più nulla, se non il regalo di Gavillucci che al 93’ calciava addosso a Martelli che insaccava a porta vuota. Coi tre punti il Podgora torna a respirare, mentre la Semprevisa resta in apnea.