Notizie
Categorie: Giovanili

Vivace Grottaferrata tra passato e futuro: parola al presidente Petrosino

Il numero uno parla chiaro: "Soddisfatto del lavoro svolto, stiamo lavorando per aumentare la professionalità della nostra organizzazione"



Giampaolo Petrosino, presidente della Vivace GrottaferrataA tu per tu con il presidente Petrosino alla guida della società criptense “ASD Vivace Grottaferrata Calcio”, il numero uno appare piuttosto soddisfatto del lavoro svolto nei primi mesi di gestione. 


Il nuovo progetto Vivace: quali gli obiettivi? 

"Abbiamo dato vita ad un importante progetto che si pone l’obiettivo di far crescere nel divertimento i bambini di Grottaferrata. Circa 200 famiglie hanno sposato il progetto di Scuola Calcio guidato dal Direttore Tecnico Andrea Borsa e portato avanti dai nostri giovani Istruttori. Altri 150 sono i ragazzi partecipanti all’attività agonistica del Settore Giovanile a cui si aggiungono quelli della prima squadra (Prima categoria) e le ragazze della squadra femminile (Serie C regionale). L’affidamento alla Vivace delle strutture (Campo di via degli Ulivi e via Vecchia di Velletri) ci consente di lavorare con serenità e di investire per migliorare il livello qualitativo dei servizi offerti. Abbiamo già effettuato lavori di manutenzione nei locali spogliatoi per garantire agli atleti spazi decorosi e confortevoli. Ci auguriamo che i nostri sforzi, anche in termini di investimento, siano apprezzati dall’attuale Amministrazione Comunale e che si possa arrivare ad un affidamento delle strutture alle Associazioni virtuose che dimostreranno nei fatti l’affidabilità gestionale.” 


Un bilancio a conclusione del girone di andata dei campionati?

“Ringrazio quanti hanno creduto in questo progetto e un plauso particolare per i risultati raggiunti va ai vari componenti dei due staff tecnici, agli istruttori e al Direttore Tecnico Andrea Borsa. Nei vari gruppi di Scuola Calcio si è creato un clima sereno che garantisce ai nostri bambini di giocare e di crescere divertendosi. Per i piccoli sono stati organizzati numerosi tornei (Befana, Carnevale) a cui hanno aderito tante associazioni del territorio. Stiamo portando avanti il Progetto “1^ edizione delle Olimpiadi Scolastiche Città di Grottaferrata” patrocinato dalla Regione Lazio e dal Comune di Grottaferrata, a cui hanno aderito tutte le scuole primarie e secondarie di Grottaferrata. Riguardo il settore agonistico: ottimi i risultati della Juniores guidata da mr. Piancatelli, degli Allievi d’Elitè 1998 affidati a mr. Bertinelli e dei Giovanissimi Regionali 2000 di mr. Siri; gli Allievi 1999 di mr. Ursini stentano a trovare una continuità mentre per i Giovanissimi 2001 siamo intervenuti affidando la squadra a mr. Bertinelli nominato di recente anche Coordinatore del settore agonistico. La squadra femminile che milita nel campionato regionale di serie C è il nostro fiore all’occhiello e le ragazze sono un esempio di serietà e professionalità. Infine, riguardo la prima squadra, l’allenatore mr. Andrea Borsa dopo un periodo di assestamento è riuscito a trovare il giusto assetto tattico e dopo il settimo risultato utile consecutivo (con ben cinque vittorie) sta scalando le posizioni della classifica, unico rammarico i 3 punti persi a tavolino alla prima giornata, per un errore amministrativo, che ci avrebbero garantito il terzo posto in classifica. La rosa, già molto competitiva con tanti giocatori che hanno svolto campionati di categoria superiori, ha acquisito ulteriore esperienza con l’arrivo di Diallo Lamine.  Un grazie va ai tifosi che stanno seguendo la squadra, e a cui prometto un futuro degno del glorioso passato della Vivace in un campionato di categoria superiore". 


E’ fiducioso quindi sul futuro della società?

"Stiamo migliorando giorno dopo giorno, con il Direttore Tecnico stiamo lavorando per individuare la futura organizzazione e il nostro modello “Più di una scuola calcio” sarà esteso ad altre associazioni. 


L’organizzazione societaria sta dunque procedendo bene, ma per quanto riguarda le strutture comunali vi sono ancora delle incertezze. 

"In questi giorni abbiamo ottenuto l’affidamento dei due campi comunali sino al 31 luglio p.v. Ciò chiaramente ci impedisce ulteriori investimenti ed una programmazione logistica. La dimostrazione di affidabilità di gestione la daremo in questi mesi ma non nascondo le difficoltà a lavorare a Grottaferrata con garanzie, riguardo gli impianti, solo a breve termine. Mi auguro che a fine stagione oltre ai numeri (250 bambini e 130 atleti dell’agonistica) si tenga conto dei progetti e degli eventi da noi organizzati. A fine stagione renderò pubblico il bilancio dell’Associazione per dimostrare che l’unico obiettivo è quello di garantire ai nostri bambini e a tutti gli appassionati di sport di Grottaferrata il diritto al gioco negli impianti di proprietà pubblica che mi auguro siano affidati a canoni che consentano di abbattere i costi di gestione e le quote di iscrizione a carico delle famiglie degli atleti”.