Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Vjs Velletri, nervi tesi: rosa e staff pretendono chiarezza

Giocatori e tecnici contro la società: “Promesse non mantenute sui rimborsi. Delucidazioni subito, altrimenti non giochiamo”



Riceviamo e pubbliachiamo la seguente nota che giocatori e staff tecnico della Vjs Velletri Calcio hanno diramato per chiarire le prorprie ragioni e la propria posizione in merito agli attriti con i piani alti della società, una situazione che si protrae ormai da mesi:

"Con il presente comunicato la rosa e lo staff tecnico della VJS Velletri Calcio vogliono rendere noto quanto segue: “Dalla data dell’8 agosto ovvero inizio di questa stagione agonistica 2015/16 i calciatori della VJS Velletri denunciano il mancato pagamento dei rimborsi spese stipulati in sede di accordo contrattuale; lo stesso vale per lo staff tecnico il cui contratto è in essere dal 15 luglio 2015 . Ognuno di noi per la propria passione ma soprattutto per i propri tifosi e per l’attaccamento a questo meraviglioso gruppo che si sta creando insieme all’allenatore Davide Guida ed al suo staff tecnico ( il prof. Diego Marcantonio, il preparatore dei portieri Massimo Galli, il magazziniere Severino Bianchini) che hanno contribuito in maniera fondamentale alla creazione di questa squadra nonché tutti i collaboratori della segreteria che si adoperano per lavorare al meglio possibile. Ogni componente di questa rosa ha contribuito personalmente alla copertura delle spese vive fin qui sostenute (benzina, usura macchina, spese mediche e di trasferta) gravando così in maniera decisa sulle proprie economie familiari.

Le ripetute richieste di confronto e di chiarimento al presidente Benedetto Scaccia ci hanno sempre portato a promesse non mantenute, spostamenti di date , lunghi ed inutili silenzi se non addirittura assenze nei momenti di confronto, ma invece grandi presenze in divisa la domenica sugli spalti. Ciò che siamo riusciti a fare fino a questo momento è frutto semplicemente del rispetto e dell’unione che c’è fra noi , per i nostri tifosi e per la città di Velletri ed è proprio questo che ci spinge oggi a denunciare questa situazione nella quale siamo costretti ad acquistare a nostre spese lo stretto necessario per il materiale sanitario ( salvapelle, tensoplast, nastri adesivi, ghiaccio sintetico etc..) , a pagare privatamente le spese per terapie e diagnostica visto che non abbiamo a disposizione per il giorno della gara ufficiale un fisioterapista che, giustamente, non essendo retribuito dallo scorso anno gratuitamente ci aiuta solo in una delle sedute settimanali, costringendo il prof. Diego Marcantonio ad operare anche con questa mansione. Non ci importa neanche di presentarci nei vari campi della regione senza il nostro materiale societario ( che ci è stato consegnato in minima parte ed alla fine di settembre ) né con un borsone sportivo diverso dall’altro con i loghi delle varie squadre nelle quali abbiamo giocato ma arrivati a questo punto non possiamo più lavorare in una situazione di incertezza tale ed inoltre gravando sulle nostre famiglie. Chiediamo solamente ciò che ci è stato accordato e pur comprendendo il momento storico e le difficoltà di questi anni nel portare avanti una società sportiva sottolineiamo che non possiamo pagare colpe non nostre e possiamo assicurare con certezza assoluta che i nostri rimborsi servono solamente a coprire le spese vive sostenute visto che il “ monte ingaggi” di questa rosa è di gran lunga inferiore alla maggior parte delle squadre del nostro girone considerando anche il fatto che gran parte di noi viene chi da Roma, chi da paesi limitrofi e chi dal litorale . Più volte abbiamo chiesto chiarezza ed onestà al presidente Scaccia in modo anche da poter aiutare ove possibile il mantenimento di questa squadra con gesti come quelli dei ragazzi confermati dallo scorso anno tutti di Velletri e disponibili per l’amore verso la maglia a rinunciare ai crediti dovuti della precedente stagione ma in cambio riceviamo come sempre lunghi silenzi o risposte fuori da ogni concezione logica. Dal primo giorno di ritiro andiamo in campo e facciamo il nostro dovere dimostrando la nostra professionalità con un precampionato fatto di due vittorie , due pareggi ed una sconfitta e di una stagione ufficiale fino ad ora fatta di nove punti in classifica frutto di due vittorie, tre pareggi ed una sconfitta, nonché con un turno di Coppa Italia superato grazie alla doppia vittoria contro l’Aurora Vodice Sabaudia ( altra trasferta a nostra spese ).

Abbiamo evidenziato questi dati non per vanto ma per sottolineare la professionalità e l’amore che abbiamo messo tutti in questo progetto spinti da mister Guida che si sta dimostrando oltre che un grande allenatore un grande uomo. Ma questo amore non va scambiato per stupidità e pertanto ricordandoci che siamo nostro malgrado “dilettanti con impegni da professionisti” da oggi ci riserviamo di intraprendere qualsiasi iniziativa volta a tutelare i nostri diritti visto che non possiamo permetterci una stagione senza percepire alcun rimborso come è successo ai calciatori del Parma F.C. ma soprattutto la nostra voglia di continuare tutti insieme questa stagione e non permettere che questo gruppo meraviglioso venga rovinato ed i nostri sacrifici resi vani. Domenica la squadra va in campo, farà un minuto di protesta e se non avremo delucidazioni ed un minimo di chiarezza nei giorni seguenti la squadra informa che non parteciperà alla trasferta di Falasche"

La rosa Lo staff tecnico