Notizie
Categorie: Altri sport

Volley, il Foro Italico si tinge di azzurro: l'Italia supera il Brasile 3-2

Davanti a 11 mila spettatori, la nazionale di Berruto batte al tie break i vicecampioni del mondo. Stasera la replica a Firenze



Una suggestiva panoramica del Foro Italico gremito (Foto © Fipav)




Dragan Travica l'aveva preannunciato in conferenza stampa: "Sarà un incontro tra due squadre di alto livello". Le promesse sono state mantenute e anche superate, visto il livello di gioco offerto agli oltre 11.000 spettatori del Foro Italico.

In avvio di gara gli azzurri sono un po' contratti e permettono al Brasile di arrivare in vantaggio al primo time-out tecnico senza troppo sforzo. Bruno riesce ad organizzare un gioco veloce ed efficace, approfittando anche delle palle libere concesse dalla squadra di Berruto. Un video check evita il pericoloso 10-15, ma bisognerà attendere ancora qualche scambio per vedere un'Italia davvero compatta: Travica a muro riduce lo svantaggio a una manciata di punti, finché Zaytsev sotto rete comincia a trovare continuità. Si procede punto a punto ma l'errore in battuta di Birarelli regala al Brasile il primo set point dell'incontro (23-24) e rischia di compromettere quanto di buono mostrato finora. Ma i giochi non sono conclusi, visto che Vettori non si lascia intimorire dal punteggio e mette a segno un attacco e un ace (25-24). Eder non è altrettanto lucido visto che manda a rete la palla del 26-24. Il Foro Italico esplode per il vantaggio degli azzurri, inaspettato ma decisamente meritato.

L'inizio del 2° set è ancora più equilibrato del precedente parziale (6-6). Continua il buon momento di Birarelli, autore finora di 8 punti su 8 con un invidiabile 100% in attacco. Eppure sono gli ospiti ad arrivare in vantaggio al 1° time-out tecnico (6-8). Gli azzurri diventano più fallosi in battuta, mentre Vettori viene costantemente fermato dal muro verdeoro. Berruti lo sostituisce con Sabbi (subito a segno), ma la rimonta stenta a decollare. Sarà lo stesso Sabbi a mandare fuori il pallone del conclusivo 21-25.

Travica e compagni accusano il colpo e mostrano qualche difficoltà nell'organizzare il proprio gioco. Il Brasile non riesce ad approfittarne e si lascia prontamente pareggiare (3-3). Birarelli va a segno anche dai 9 metri e porta il vantaggio la sua squadra (8-6). Qualche passaggio a vuoto degli azzurri ribalta nuovamente il risultato (11-12), ma Eder e Wallace mandano a rete due servizi consecutivi permettendo ai padroni di casa di allungare ancora. Roberley prova a fare qualche cambio, ma i nuovi entrati non cambiano il volto del set: l'Italia chiude 25-18 e torna a guidare il match.

Un'azione di gioco (Foto © Fipav)Il 4° set è la fotocopia del precedente, purtroppo a squadre invertite: il Brasile ha una marcia in più, mentre l'Italia segue a distanza senza mettere mai davvero pressione agli avversari (10-16). Berruto manda in campo Botto su Lanza e Mengozzi su Anzani, ma il Brasile continua ad attaccare a tutto braccio con Lucarelli suo miglior realizzatore (19 i punti finora messi a segno). L'Italia è troppo arrendevole e i punti accumulati nel finale sono buoni solo per il morale: 18-25 e gara che si deciderà al tie-break.

Torna la competitività nel 5° e ultimo set. Pari 4-4, si cambia campo sull'8-6 per gli azzurri. L'arbitro si dimostra approssimativo e regala al Brasile diversi palloni, negando un ace a Vettori persino dopo l'evidenza del video check. I fischi e le proteste servono solo a rallentare il gioco. Anzani rimedia addirittura un cartellino giallo, reo di un'esultanza giudicata troppo molesta. Travica intima i suoi di rimanere calmi e la squadra regge bene i colpi dell'attacco brasiliano (82% in difesa per gli azzurri). Birarelli subisce il suo primo muro nel momento più teso della gara (12-12), ma il centrale di Perugia si fa prontamente perdonare: prima riprende la palla, poi mette a segno un prezioso ace e infine alza a Vettori la palla che vale il liberatorio 16-14.

Berruto entusiasta a fine partita: "È stata una vittoria fortemente voluta, abbiamo desiderato tanto vincere e ci siamo riusciti in un contesto unico. Avevo chiesto ai ragazzi di accendere un po' di fuoco. È andata molto bene, neanche se l'avessimo preparata poteva andare così bene".


ITALIA-BRASILE 3-2 (26-24 21-25 25-18 17-25 16-14)

ITALIA Anzani 6, Travica 4, Lanza 9, Birarelli 14, Vettori 16, Zaytsev 16, Colaci (L). Saitta, Sabbi 1, Botto, Mengozzi 1, Giovi, Non entrati: Randazzo, Rossini (L). ALLENATORE Berruto

BRASILE Bruno 3, Murilo 3, Eder 11, Wallace 20, Lucarelli 20, Lucas 13, Sergio (L), Raphael, Evandro, Lipe 5, Non entrati: Mario Jr (L), Riad, Isaac, Lucas Loh, Riad. 

ARBITRI Shaaban (Egy) e Albright (Usa)