Notizie
Categorie: Altri sport

Volley, Mondiali 2014: l'Italia non si ferma più, anche l'Argentina si arrende 3-0

Ancora una netta affermazione per le ragazze di Bonitta, che stendono le sudamericane senza mai soffrire. Oggi turno di riposo, sabato c'è la Germania



Le squadre in campo durante l'esecuzione degli inni nazionaliITALIA - ARGENTINA 3 - 0 (25-17, 25-17, 25-16)


ITALIA Piccinini (K), Lo Bianco, Centoni, Arrighetti, Chirichella, Del Core, Costagrande, Bosetti C., Ferretti, Diouf, Folie, Cardullo (L) ALLENATORE M. Bonitta

ARGENTINA Nizetich (K), Sosa, Fernandez, Busquets Reyes, Boscacci, Rodriguez, Castiglione, Fresco, Piccolo, Lazcano, Curatola, Gaido (L) ALLENATORE G. Orduna

ARBITRI Kang (Korea), El Kaboub (Algeria).

NOTE Durata set 24', 23', 23'. Top scorer dell'incontro Centoni (Italia) con 16 punti


Per la terza giornata di questo Mondiale 2014 Marco Bonitta si affida al sestetto che ieri ha battuto la Croazia, con Lo Bianco opposta a Centoni, Chirichella e Arrighetti al centro, Del Core e Costagrande (unica novità, al posto della Piccinini) a banda. Sosa è subito pericolosa, ma le azzurre non hanno problemi a difendere e contrattaccare. Chirichella dai 9 metri fa la differenza: l'Argentina non riesce a ricevere e accumula un ritardo sempre più sostanzioso (9-2). La carta giocata da Orduna è l'inserimento di Fernandez su Rodriguez. A questo punto qualche passaggio a vuoto dell'attacco azzurro ridà coraggio alle avversarie, che rientrano in partita (9-7). Ma è solo un momento, perché Costagrande in prima linea e Del Core in difesa alzano le statistiche di gioco (16-9). Nizetich è la più indomita delle sue, ma nulla impedisce all'Italia di aggiudicarsi il set 25-17 dopo un attacco della neo-entrata Diouf.

Fernandez viene confermata tra le titolari, mentre una serie di battute sbagliate da entrambi i lati della rete rallenta il ritmo della gara. Per le azzurre, qualche incertezza di Chirichella è sopperita dalla Costagrande, maggior terminale d'attacco insieme a Del Core. L'Italia arriva col vantaggio di 6 punti (16-10) al secondo time-out tecnico. Nel corso del set l'Argentina recupera qualche punto (20-17), ma Bonitta non si spaventa e dà spazio a Folie e Diouf. Proprio la giovane centrale mura il pallonetto dell'Argentina, che non passa e regala alla squadra di Bonitta anche il 2' parziale (25-17).

Turno di riposo per Arrighetti nel 3° set, che lascia il posto a Folie nel sestetto di partenza. L'Argentina si distingue a muro e si porta in vantaggio per la prima volta dall'inizio dell'incontro (6-8). Centoni e Costagrande danno il via alla rimonta, che costringe coach Orduna a chiamare il suo primo time-out (10-8). Rodriguez si alterna ancora a Fernandez, ma Lo Bianco e compagne hanno ormai ritrovato il giusto ritmo e dilagano con un parziale di 7-1. Bonitta regala anche a Bosetti, Diouf e Ferretti la gioia del campo. A loro il compito di concludere la partita, portata a casa con maestria dopo un 25-16 che conferma il buon momento della squadra azzurra. Le ragazze potranno godersi a pieno la giornata di riposo, prima di tornare in campo nel fine settimana per sfidare le avversarie più temibili: Germania e Repubblica Dominicana.