Notizie

#WeCanDiNotte: arrivano gli eventi e le navette notturne

Le strade del centro cittadino, si trasformano in isole pedonali e ospitano numerose attrattive. Ecco le facilitazioni per muoversi di sera



Image titleOgni Week end d’estate, di sera, le strade del centro cittadino di Ladispoli, si trasformano in isole pedonali e ospitano numerose attrattive. Gli appuntamenti sono tantissimi e per tutti i gusti. L'iniziativa denominata #WeCanDiNotte ha permesso negli anni di far registrare la presenza di centinaia di migliaia di turisti, visitatori e residenti. La Regione, grazie al Presidente Zingaretti, all'Assessore Civita e al loro staff, oltre naturalmente a Trenitalia per la collaborazione, ha deciso di premiare questi risultati e di mettere a disposizione due bus navetta notturni tutti i sabato notte, a partire dal 1° agosto, con partenza tra le 1,30 e le 2,30 dalla Stazione Ferroviaria di Ladispoli (sarà valido il biglietto del treno). I bus raggiungeranno le stazioni ferroviarie romane dando cosi maggiore scelta a chi decidesse di utilizzare i mezzi pubblici anzichè le auto private. Un bel modo di fare rete che già in passato col protocollo d'intesa tra il Municipio XII di Roma Capitale e il Comune di Ladispoli era risultato importante:Ladispoli come meta di mare e di svago per i romani. Ladispoli, mare di Roma per facilitare e promuovere una permanenza a condizioni vantaggiose. Una buona proposta anche perché, considerata la presenza di un asse viario principale, la via Aurelia, e di un collegamento ferroviario diretto tra Roma e Ladispoli, questo litorale è una delle mete più frequenti di turismo giornaliero ed estivo per i cittadini romani. Il protocollo firmato prevede l’assunzione di iniziative e la realizzazione di interventi volti alla valorizzazione degli interscambi nei vari settori ai fini dello sviluppo economico sociale e della promozione reciproca del territorio. Questo progetto di mobilità serve ad avviare un rapporto di collaborazione per sviluppare azioni destinate a tutelare anche i giovani.