Notizie
Categorie: Altri sport

World League, presentata stamattina Italia - Brasile

Alla presentazione hanno partecipato diverse autorità, tra cui anche due giocatori della nazionale



È stata presentata questa mattina “Italia – Brasile”, gara di World League in programma a Roma il prossimo 19 giugno alle ore 20 nella splendida cornice del Foro Italico. Ancora una volta è stato messo in evidenza l'entusiasmo crescente nei confronti della pallavolo e la grande propensione della Capitale per i grandi eventi.

Ormai vicini al sold-out gli organizzatori si dicono soddisfatti e orgogliosi di poter ospitare un evento di tale importanza in una cornice spettacolare come quella del Foro Italico, che già lo scorso anno regalò emozioni indimenticabili agli 11mila di Italia – Polonia. Inserita nella Pool A con Serbia, Australia e Brasile, l'Italia di Mauro Berruto scalda i motori durante questa fase definita dallo stesso ct “di work in progress”, lanciandosi verso un sogno chiamato “Rio 2015”, dove si svolgerà la Final Six dal 14 al 19 luglio. E mentre il team azzurro affila le armi per il faccia a faccia contro la nazionale verdeoro, la “squadra” del comitato organizzatore si prepara ad accogliere l'evento pallavolistico di punta del 2015. Sport, passione, sani valori e solidarietà: queste le principali caratteristiche di una serata che non solo punterà i riflettori sui grandi campioni del volley internazionale, ma farà luce anche sulla lotta contro le leucemie, grazie ad un importante accordo siglato tra l'Ail e la Fipav per un comune lavoro di sensibilizzazione.

Tra gli interventi più attesi quelli dei due azzurri, Davide Saitta e Giacomo Raffaeli. Tra il pubblico anche una delegazione delle campionesse nazionali del Volleyrò Casal de’ Pazzi Under 16, largamente applaudite, e le società vincitrici (Aurelio, Italo Svevo, Tor Sapienza Volley Friends e Girovolley) dell'iniziativa lanciata dal COL “Aggiungi un posto a tavola... Con gli Azzurri!”.

La sfida tra le due nazionali più vincenti della storia verrà trasmessa in diretta da Rai Sport. Grande evento, grande pubblico e grandi emozioni: tutto questo il 19 giugno a partire dalle 20.


Image titleGli interventi delle autorità Il Presidente Fipav Carlo Magri, esprime tutto il suo ottimismo: “Questa partita si può considerare un evento unico. Mi auguro di poter vedere presto anche le ragazze al Foro Italico. Certo, questo impianto ci tiene appesi alle previsioni, ma saremo in grado di affrontare anche l'imprevedibile”.

Diego Nepi Molineris, Direttore marketing e sviluppo Coni, e Paolo Masini, Assessore allo Sport, sottolineano l'importanza e l'impatto di un evento come questo. Il primo è consapevole che “Organizzare eventi di questo livello è una grande fatica e una grande scommessa, questo movimento è una squadra fantastica e questo sport ci insegna cosa vuol dire collaborare”. Il secondo invece si dimostra convinto che “Portare la pallavolo al Foro Italico è stata un'intuizione fantastica” e volenteroso “che i grandi eventi lascino qualcosa a questa città e che vi possano partecipare tutti; per questo abbiamo fatto un accordo con la Federazione per portare in tribuna i ragazzi delle case famiglia”.

Roberto Tavani, Regione Lazio, e Claudio Martinelli, Presidente CP Fipav Roma, prendono parola quanto già l'anno scorso si fosse riusciti creare un evento straordinario. “C'è un filo che lega la Regione alla Fipav” dice il primo “Ricordo che l'anno scorso, lo stesso giorno di Italia – Polonia giocava anche la nazionale di calcio, ma io ero qui al Foro Italico per vivere una splendida giornata di sport”. Questa invece l'uscita del secondo: “Non è mai semplice ripetere qualcosa di eccezionale, ma il lavoro di promozione che stiamo portando avanti ha già dato i suoi frutti. E' bello vedere che anche chi ci guarda dall'esterno rimane colpito nel vedere come la pallavolo sia uno sport ricco di valori che avvicina le famiglie: è questa la nostra mission”.

La parola passa poi agli atleti azzurri. Per Davide Saitta, alzatore, “E' un'estate importante per la nazionale, in palio c'è il sogno di arrivare alla Final Six. Io che ho la fortuna di essere a Roma nelle prossime settimane, dopo aver visto la gara dello scorso anno in tv spero proprio che non piova... E' difficile per noi giocatori oggi raggiungere quella 'generazione di fenomeni', ma proveremo comunque a portare a casa risultati importanti”. Così invece il martello Giacomo Raffaelli: “So che per i miei compagni affrontare il Brasile è un'emozione particolare. Io spero di vederla da Baku... Far parte di questa Nazionale e potermi allenare con loro è molto stimolante. Spero di vederli tornare da Rio con una medaglia al collo. Quanto a me, spero di fare lo stesso ai Giochi Europei”.

“La macchina organizzativa è pronta per affrontare questo grande evento; la vendita dei biglietti sta andando molto bene” spiega Andrea Burlandi, Presidente CR Fipav Lazio “Ciò che ci emoziona di più è sapere che il pubblico del Foro Italico, la sera del 19 giugno, sarà composto per la maggior parte dai ragazzi e le ragazze delle nostre società”. Si sofferma invece sullo spirito dell'evento Luciano Cecchi, Consigliere Nazionale Fipav: “Oggi sono emerse le idee, i pensieri e i valori che fanno parte integrante del mondo della pallavolo perchè essere uniti verso degli obiettivi e organizzare grandi eventi, valorizzando la nostra città è importante, ma più di tutto è doveroso evidenziare lo spirito di squadra del nostro movimento, che ne è il motore da sempre”.

Infine la presenza di Ivano Salone, AIL, testimonia anche lo scopo sociale dell'evento: “La pallavolo è uno sport pulito e associare la nostra immagine alla pallavolo ci aiuta a sensibilizzare l'opinione pubblica verso questa malattia. Tra l'altro il 19 giugno cade anche la Giornata Nazionale contro le leucemie”.