Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Zaccaro regala la qualificazione al Formia: Unipomezia ko

I padroni di casa riescono a passare nonostante abbiano giocato in dieci dal 14' della ripresa



FORMIA - UNIPOMEZIA 1-0 (ANDATA 0-0)

MARCATORI  35’ pt Zaccaro (F). 

US FORMIA 1905 Fiorenza, Scipione A., D’Amora, Volpe, Formisano, Caraviello, Rolla (15’ st Scipione C.), Gagliardi, Zaccaro (38’ st Kolaveri), Rima, Keita. PANCHINA Pasquariello, Assaiante, De Meo, Perreca, Scariati. ALLENATORE Rosolino. 

UNIPOMEZIA Santi, Vallesi, Busti (24’ st Denti), Valenza, Marino, Giacoia F., Marchesano, De Carolis (1’ st Giacoia E.), Nasso (15’ st Benenati), Toma, Pezzera.  PANCHINA Bernardini, Doros, Pascale. ALLENATORE Bussi. 

ARBITRO Perri di Roma 1. 

ASSISTENTI Pressato e Abatecola. 

NOTE Espulso al 14’ st Rima (F) per doppia ammonizione. Allontanato al 43’ st il tecnico del Formia, Rosolino. Ammoniti Volpe, Busti. Recupero 3’ pt – 5’ st.  

Sorride il Formia foto FacebookE’ la rete di Zaccaro a regalare il passaggio agli ottavi di finale di Coppa Italia di Promozione alla compagine biancoazzurra annullando, di fatto, il risultato dell’andata favorevole al Pomezia. Un match, quello del ritorno, in cui i padroni di casa hanno saputo soffrire rimanendo in inferiorità numerica rendendosi comunque pericolosi. Al fischio di inizio sono i pomentini a rendersi pericolosi con un clamoroso palo di Pezzera e con De Carlis che incappa nella stessa sorte. La risposta dei formiani arriva immediata con una conclusione ravvicinata di Rolla respinta in angolo dal portiere; sugli sviluppi del tiro dalla bandierina, Rima non trova la deviazione di testa da ottima posizione. Qualche minuto dopo è Zaccaro, di testa, a mandare di poco a lato, mentre l’Unipomezia chiama Fiorenza ad un difficile intervento su punizione di Valenza. A metà prima frazione, ancora pericoloso il Formia: perfetto filtrante di Gagliardi per Keita, che a tu per tu con Santi calcia alto.  Il gol è nell’aria ed arriva al 35’con  Zaccaro che sfrutta un errato retropassaggio di Busti, si infila in area, salta il portiere e di sinistro mette in rete. Nella ripresa arriva la rezione, poco fruttuosa, dei pomentini che si rendono pericolosi in un paio di occasioni, prima con un calcio di punizione velenoso deviato in angolo dalla difesa di casa e poi con il traversone scaturito dallo stesso corner sul quale nessuno arriva. Il direttore di gara decide di alzare il secondo cartellino giallo a Rima che lascia il rettangolo di gioco ed il Formia in inferiorità numerica. Rosolino è costretto a rimodellare l’assetto della sua formazione, ma il Formia riesce egualmente a rendersi pericoloso con Andrea Scipione, ma il suo tiro viene bloccato a terra da Santi. Al 32’ è poi Caraviello a chiamare il portiere ad un gran deviazione volante su sponda di Zaccaro, il quale calcia alto da buona posizione. La risposta dell’Unipomezia arriva al 40’, con un bolide di Vallesi che si spegne di poco a lato. Il finale è tutto per il Formia che trova il raddoppio con Kolaveri, ma viene giudicato in posizione irregolare. Ancora Kolaveri si rende pericoloso poco dopo con un colpo di testa che lambisce il palo e, al triplice fischio finale, è il Formia a festeggiare il passaggio del turno.