Cerca

1ª categoria

Sporting Torbellamonaca, la carica della bandiera Taglieri

Il 42enne è in arancionero dalla sua fondazione "Il gol in rovesciata? Bella emozione, ma ora concentrati per il Rocca Priora"

18 Marzo 2016

Patrizio Taglieri in azione

Patrizio Taglieri in azione

Patrizio Taglieri in azione

E' tornato il sorriso in casa Sporting Torbellamonaca. Dopo aver conquistato un solo punto in sei partite, domenica scorsa la squadra allenata da Fabrizio Fiaschetti ha battuto per 2-1 la Gioc Cocciano Frascati: decisivo il primo gol in squadra di Emanuele Passeri. Una vittoria importante senza dubbio, anche se giunta al termine di una prestazione non brillante, come confermano le parole del jolly Patrizio Taglieri: "Non è stata una grande partita da parte nostra, forse anche perché venivamo da un periodo di risultati negativi, ma era molto importante fare bottino pieno". Nell'occasione Taglieri, schierato al centro dell'attacco, ha aperto le marcature con una bella rovesciata, un gesto che già in passato era riuscito a trasformare in gol: "Da quando sono allo Sporting non avevo ancora segnato in rovesciata, ma da giovane ne ho fatti". Uno dei pochi rimasti a giocare nel club capitolino dal suo anno di fondazione (2011) è proprio Taglieri, che con questa maglia si è tolto non poche soddisfazioni: "Direi che siamo stati in gamba, siamo saliti di due categorie in cinque anni. Il momento più bello? Sicuramente quando abbiamo vinto il campionato di Terza Categoria ed il titolo provinciale nella finale con il Tufello. Non meno importante la promozione in Prima Categoria". Ora gli arancioneri sono concentrati su domenica, giorno in cui saranno ospiti del Rocca Priora, quinta forza del girone. "Mi aspetto una squadra che affronti la gara con concentrazione - dichiara Taglieri - senza la fretta di cambiare il risultato, per non dare il fianco agli avversari". Lo Sporting Torbellamonaca ha attualmente sei punti di vantaggio sulla zona play-out. Per non scivolare nella zona calda della classifica in queste ultime sette giornate, secondo Taglieri bisognerà semplicemente: "Giocare da squadra unita, aiutarsi a vicenda e dare sempre il massimo, ma nello stesso tempo divertirsi perché per me il calcio è un mix di emozioni. Per questo ancora mi fa trovare la voglia alla mia età (compirà 42 anni a maggio.) di essere in campo". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni