Cerca

1ª CATEGORIA

Casalotti, la carica di De Narda: "Vinciamole tutte"

L'allenatore del team romano traccia la via da seguire alla vigilia delle ultime tre, importantissime partite

22 Aprile 2016

Casalotti ©facebook/ASD Casalotti

Casalotti ©facebook/ASD Casalotti

Casalotti ©facebook/ASD Casalotti

Con l'Indomita Pomezia ormai sicura di aver vinto il campionato si fa serrata la lotta per il secondo posto: sono tante ancora le squadre ancora in lizza per chiudere il campionato sulla piazza d'onore, nello spazio di un solo punto sono infatti racchiuse Nuova Aureliana, Atletico Acilia e Casalotti. E proprio quest'ultima sembra avere un piccolissimo vantaggio trovandosi una lunghezza sopra le altre due, ma nulla è ovviamente scritto ed il tecnico dei romani, Giuseppe De Narda, lo ribadisce prontamente: "C'è poco da fare calcoli, se vogliamo arrivare secondi ed avere delle chance per tornare in Promozione, il nostro obiettivo d'inizio anno, dobbiamo semplicemente vincere tutte e tre le partite". Sembra semplice a dirla così, ma l'allenatore sa bene che non lo sarà affatto: "Già domenica in casa della Junior Portuense sarà difficilissima, a loro servono punti per salvarsi ed a questo punto della stagione le squadre che lottano per non retrocedere sono le più difficili da affrontare. Sarà una bella partita". Guardando i numeri si può dire che fino ad adesso il Casalotti ha disputato un più che buon campionato, ma De Narda è d'accordo solo in parte con questa affermazione: "Dopo tre giornate ho perso due pezzi da novanta come Abbondanza e Russo, giocatori di altra categoria, inoltre nel girone d'andata abbiamo perso otto punti su nove con le ultime tre squadre in classifica. Dall'altra parte invece siamo stati quasi perfetti negli scontri diretti, quindi non posso rimproverare più di tanto i miei giocatori. Ora però la testa deve essere rivolta alle prossime tre partite, sono di vitale importanza. Siamo comunque fiduciosi".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni