Cerca

2ª CATEGORIA

Pro Appio, il calcio popolare fa visita ai detenuti di Rebibbia

Per il secondo anno il club neroverde dona materiale sportivo. Mister Fabrizi: "E' stata un'esperienza importante"

12 Maggio 2016

I ragazzi del Pro Appio a Rebibbia

I ragazzi del Pro Appio a Rebibbia

I ragazzi del Pro Appio a Rebibbia

Per il secondo anno consecutivo, ieri si è svolto il torneo solidale di calcio presso la Casa circondariale di Rebibbia. L’evento, organizzato dal Coni, dal Circolo dei detenuti Albatros e dalla squadra sportiva dilettantistica ASD Pro Appio, ha visto lo svolgersi di un quadrangolare in cui si sono sfidate due squadre di ragazzi interni alla struttura, una squadra dell’Associazione Italiana Arbitri, ed una delegazione della squadra nero verde dell’Appio. Tra le personalità intervenute al torneo solidale l’arbitro di Serie A Paolo Valeri.“Al di fuori del risultato abbiamo avuto l'occasione di fortificare il nostro rapporto con i detenuti riconfermando la nostra idea di calcio e sport popolare – le dichiarazioni di Claudio Fabrizi, Mister dell’ASD Pro Appio – dopo il successo dell’iniziativa organizzata lo scorso anno, abbiamo deciso di tornare di nuovo nella struttura di Rebibbia;  anche questa volta abbiamo portato del materiale tecnico da donare ai detenuti. E' stata un'esperienza Il materiale donato dal Pro Appio ai detenutiimportante anche per i nostri ragazzi, affinché imparino non a giudicare o puntare il dito, ma ad agire e dove necessario aiutare chi è in difficoltà" conclude il Mister. "La giornata passata qui oggi ci ha fatto capire che pagare per propri errori è un percorso di dignità e chi lo intraprende è prima di tutto un uomo e poi un carcerato - le parole di Daniele Del Monte, della delegazione del Pro Appio - Il calcio è stato l'anello di giunzione tra noi ed i ragazzi di questa struttura, abbiamo avuto modo di ribadire ancora una volta quella che è la nostra concezione calcio come sport popolare".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE