Cerca

1ª Categoria

Rocca Priora, la carica di Rocchi: "Salvezza? Ci scommetto ad occhi chiusi"

Le parole della punta dopo il secondo successo stagionale per la formazione di mister Sanvitale

09 Novembre 2016

Rocca Priora, la carica di Rocchi: "Salvezza? Ci scommetto ad occhi chiusi"

Image title

Il Rocca Priora ha centrato la sua seconda vittoria stagionale. La squadra di mister Amedeo Sanvitale ha piegato per 2-1 il Real Valmontone grazie alle reti (nel primo tempo) di Marco Querini e di Gian Marco Rocchi, inframmezzate dal calcio di rigore del momentaneo pareggio ospite. «Quella è stata probabilmente l’unica occasione dei nostri avversari nel corso della prima frazione di gioco – commenta proprio Rocchi -, ma la squadra ha saputo reagire e tornare in vantaggio. Nella ripresa loro hanno sicuramente spinto di più, ma noi siamo riusciti a tenere bene e a conquistare un successo importante che ci ha permesso di scavalcare in classifica lo stesso Real Valmontone». Per la prima volta in stagione il Rocca Priora è uscito dalla “zona rossa” delle tre squadre coinvolte nella zona play out e retrocessione diretta. «Ma sul traguardo della salvezza ci scommetto a occhi chiusi – dice sicuro Rocchi -, non ne parliamo nemmeno. Questo è un gruppo che merita molto più della classifica attuale: siamo partiti con alcune difficoltà perché abbiamo un allenatore nuovo e stiamo imparando a conoscerci, ma la squadra risalirà presto». In questo senso Rocchi individua il turno di domenica prossima come un turno sicuramente “pesante”. «Noi faremo visita al Praeneste, squadra allenata da un ottimo tecnico come Lunardini. Un avversario che soprattutto in casa sa essere molto pericoloso, ma se dovessimo riuscire a vincere il risultato sarebbe doppiamente importante in primis perché loro hanno gli stessi nostri punti attualmente e poi perché il calendario prevede in contemporanea altri tre scontri diretti tra squadre che ci sono molto vicine e dunque qualcuna necessariamente perderà dei punti». L’esterno offensivo (o attaccante) classe 1989, tra l’altro fratello di Daniele (ex Serpentara e San Cesareo e attualmente al Frascati), è arrivato in estate dalla Gioc Cocciano Frascati e sembra essersi integrato tranquillamente nel nuovo gruppo. «Qui c’è un ambiente sereno e dei compagni di squadra molto tranquilli. Sono contento della mia scelta a livello personale, ora bisogna cercare di migliorare la classifica».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE