Cerca

2ª categoria

Nomentum, Allegrini: "Lavorare duro per il titolo"

Parla il difensore della capolista, reduce dalla vittoria nello scontro al vertice contro il Settebagni

24 Novembre 2016

Domenico Allegrini

Domenico Allegrini

Domenico AllegriniIntervista al difensore centrale amaranto blu al terzo anno con la maglia del Nomentum. Una panoramica generale dopo lo scontro al vertice contro il Settebagni che ha regalato al club del Presidente Ruggeri il primo posto solitario.


Domenica una vittoria estremamente importante contro il Settebagni in trasferta e la vetta della classifica conquistata. Un match equilibrato, decisa dalla rete di Mancini e da una prestazione di squadra. Che gara è stata?

La partita di domenica scorsa è stata la classica partita tra due squadre che partivano alla pari in testa alla classifica e quindi non poteva non essere una partita tirata e in equilibrio per tutti i 90 minuti. Siamo stati molto bravi ad andare subito in vantaggio con il nostro "Bomber" Mancini, autore di un pregevolissimo pallonetto, ma poi siamo stati meno bravi nel corso del primo tempo nel chiudere la partita. Nel secondo tempo il Settebagni, squadra ben organizzata e con alcune ottime individualità a cui faccio i complimenti, ha provato a metterci in difficoltà ma siamo riusciti a portare a casa questa importante vittoria grazie e soprattutto ad una parata fenomenale di Terzi. Vittoria importante ma non fondamentale perchè il percorso è ancora molto lungo.


Una partenza veramente lanciata. All'ottava giornata potete contare su 22 punti, frutto di 7 vittorie e un pareggio. Ti aspettavi questo sprint iniziale?

Ci stiamo allenando duramente dalla fine di Agosto, siamo partiti anche in anticipo rispetto ad altre compagini, è normale che tutto il lavoro è sempre stato focalizzato sul partire bene sin da subito e fare più punti possibile. Mi aspettavo una buona partenza perchè la squadra è un mix perfetto tra giocatori che hanno vinto già campionati di Seconda e Prima Categoria e ragazzi più giovani che hanno fame di vittoria, ma soprattutto siamo un gruppo che lavora sodo tutte le settimane sotto la guida di Mister Proietti e del suo staff. 22 punti sono tanti ma non abbastanza...


Tu sei uno dei “veterani” del Nomentum e un punto di riferimento per lo spogliatoio. Parlando con il Presidente Ruggeri ti ha descritto come un giocatore essenziale per la squadra e un professionista serio. Da quando vesti questa maglia, credi che questo sia il gruppo più forte? 

Sono arrivato al Nomentum nel dicembre del 2014 e sicuramente posso affermare che questa è la squadra più forte da quando sono qui. Lo spogliatoio, oltre ad essere un luogo sacro, è per me il fulcro di tutta la stagione perchè lì ci si conosce, si discute, si festeggia, ma sopratutto si sta in compagnia e quindi mi fa sempre piacere essere un punto di riferimento all'interno dello del gruppo, sia dentro che soprattutto fuori dal terreno di gioco. 


Tutti vi danno per favoriti, siete la squadra da battere. Realtà o solo scaramanzia dei vostri avversari? 

Non so se siamo i favoriti o meno per la vittoria finale del Campionato ma so bene che gli avversari ci ritengono tali dopo aver giocato contro e questo vuol dire tanto: parla sempre il campo e sul campo quando giochi bene (e vinci) e gli altri si congratulano con te vuol dire che è la strada giusta. Dall'inizio del Campionato si vede che le squadre avversarie contro di noi mettono quel qualcosa in più ed emblematica è stata l'esultanza dei giocatori dell'Olympus al gol del pareggio nell'unico nostro passaggio a vuoto in questa stagione. Questo ci fa capire che gli altri ci ritengono la squadra da battere e noi continueremo a dare loro questa convinzione!


Parlando della lotta al vertice. Quali squadre ti hanno impressionato in maniera positiva fino ad ora e quali secondo te sono le Società che si batteranno con voi sino alla fine? 

La squadra che mi ha impressionato di più in questo inizio di stagione, con tutto il rispetto delle altre, è il NOMENTUM! Tante squadre sono ben organizzate e tecnicamente valide (Settebagni, Football Jus, Pro Marcellina, Olympus) ma onestamente nessuna ci ha mai surclassato sul campo quindi posso dire che non sarà una passeggiata ma vincere dipende solamente da noi.


Per concludere, la partenza è stata ottima. Entusiasmo e vittorie la fanno da padrone. Dove potete migliorare secondo te e quale errori non bisogna commettere a questo punto del Campionato?

Nonostante il primato in classifica c'è ancora tanto da lavorare e da sudare per poter realizzare questo sogno. Possiamo migliorare su tutti i fronti: tecnici, tattici, fisici ma sono sicuro che la meticolosità con cui il mister prepara sia le partite che gli allenamenti ci permetteranno di crescere ancora di più. L'errore più classico che si possa commettere è quello di sentirsi arrivati ora che abbiamo conquistato il primato in classifica ma in questi mesi ho capito che la squadra è formata da persone che sanno bene che il viaggio è ancora molto lungo...

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE