Cerca

2ª categoria

Nomentum, Angelini: "Non abbassare la guardia"

Intervista al giocatore della squadra capolista, che ha conquistato il titolo di campione d'inverno

23 Gennaio 2017

Nomentum, Angelini: "Non abbassare la guardia"

Image title

Un cammino importante quello percorso dal Nomentum sino ad oggi. Tutte vittorie e due soli pareggi che regalano il primo posto a +5 dalla seconda.


Diciamo la verità se consideriamo il Nomentum, l'unico vero avversario del Nomentum per la vittoria finale?

"Fino ad oggi è stata una stagione straordinaria. Se ad inizio stagione mi avessero detto che alla fine del girone di andata, avremmo vinto tutte le gare tranne due pareggi, avrei firmato subito. Abbiamo un vantaggio di 5 punti sulla seconda in classifica e possiamo sicuramente affermare che l'unico vero avversario del Nomentum è il... Nomentum. Detto questo bisogna avere rispetto di tutti, l’ultimo pareggio in casa con lo Sporting Guidonia deve insegnarci qualcosa. Tutti ci affrontano per fare la partita della vita e noi dobbiamo essere pronti a questo".


Sei un giocatore importante, di esperienza che ha giocato in categorie importanti. Cosa ci vuole per vincere un campionato? Quali sono secondo te i fattori essenziali per reggere comunque un percorso lungo sempre in vetta?

"Ho sempre sostenuto che si diventa calciatore prima con la testa e poi con i piedi. Ogni categoria deve essere affrontata con impegno e concentrazione al 101% altrimenti puoi essere chiunque, ma in campo non ci vanno le figurine o le carriere, devi avere la fame di vittoria per vincere la domenica".


Il Mister Proietti è un perfezionista, sappiamo che cura ogni dettaglio e che vi prepara al meglio per la gara. Cosa pensi di lui? E' un valore aggiunto avere un tecnico attento e motivato?

"Il Mister è troppo perfezionista! (ride ndr.) Per raggiungere risultati importanti ci deve essere la sinergia tra Società, Staff Tecnico e Squadra. Il Presidente Ruggeri, coadiuvato dagli altri dirigenti, è riuscito a mettere in piedi una “Giocattolo” che fino ad oggi è risultato perfetto. Il mister con il suo staff sono martelli pneumatici, vogliono sempre il meglio e chiedono il massimo ad ogni giocatore. La squadra è formata da elementi importanti, tutti siamo importanti e nessuno indispensabile e probabilmente è questa la nostra forza. Nell'ultima gara in trasferta contro il Nuovo Salario siamo andati in svantaggio, nonostante questo non ci siamo disuniti e la squadra, compresi i compagni che stavano in panchina, ha dimostrato di aver fame di vittorie e di saper reagire".


Come giudichi il livello del vostro Campionato? E' vero che negli ultimi anni categorie come la Prima e la Seconda hanno alzato il livello tecnico?

Ogni categoria ha le sue insidie, vedendo il nostro cammino sembrerebbe che il campionato lo stiamo vincendo a spasso ma non è così. Il livello delle squadre non è basso e la domenica devi dare tutto contro gli avversari altrimenti non arrivano le vittorie, nessuno ti regala niente.


Per concludere, come uno dei leader dello spogliatoio manda un messaggio ai tuoi compagni per questa seconda e decisiva parte di campionato! 

I campionati si vincono ad aprile/maggio, non a gennaio. Questo sarà il vero problema del mister, mantenere la concentrazione alta. Le insidie sono dietro l'angolo e non dobbiamo abbassare la guardia. C’è ancora tutto il Girone di ritorno e non abbiamo vinto ancora nulla.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE