Cerca

1ª categoria

Atletico Calcio Roma al cardiopalma: tris in rimonta al CSL Soccer e semifinali

La squadra di Corbo passa in svantaggio nel primo tempo, ribalta tutto ad inizio ripresa, poi viene raggiunta. Decide capitan Di Felice per il 3-2 finale

08 Marzo 2017

La festa dell'Atletico Calcio Roma all'interno dello spogliatoio ©GazzettaRegionale

La festa dell'Atletico Calcio Roma all'interno dello spogliatoio ©GazzettaRegionale

COPPA LAZIO – QUARTI DI FINALE

ATLETICO CALCIO ROMA – CSL SOCCER 3-2 (andata 0-0)

ATLETICO CALCIO ROMA Santi 6, De Pierro 6 (3’st Cialucco 7), Bochetti 7, Dell’Agnello 6, Carbone 6, Di Felice 6.5, Ledda 6, Marulla 6 (27’st De Vita 6), Salvi 6 (21’st Grassi 6), Daga 6.5, Nicolucci 6.5 PANCHINA Frattarelli, Bruni, Musumeci, Melia ALLENATORE Corbo

CSL SOCCER Nunziata L. 6, Paniccia 5, Nunziata A. 5.5, Campari 6, Della Camera 6, Marcoaldi 6 (24’st D’Aponte 5.5), Esposito 6 (37’st Bonelli 5), Lancioni 6.5 (44’pt Caputo 6), Marini 5.5, Spirito 7, Carru 6 PANCHINA D’Angelantonio, Verde, Spera, Massi ALLENATORE Fracassa

MARCATORI Lancioni 28’pt (C), Nicolucci 5’st (A), Cialucco rig. 12’st (A), Spirito 22’st (C), Di Felice 35’st (A)

ARBITRO Perrino di Albano Laziale, 5

NOTE Allontanato Corbo (A) al 16’st Espulsi Massi (C) al 16’st direttamente dalla panchina, Bonelli (C) al 43’st per gioco scorretto e Spirito (C) al 51’st per proteste Ammoniti Campari, Nunziata A., Marini, Dell’Agnello, De Vita Angoli 8-7 Fuorigioco 3-3 Rec. 2’pt, 5’st


Dopo lo 0-0 strappato a Civitavecchia, l’Atletico Calcio Roma sfrutta il fattore casa e s’impone 3-2 ai danni del CSL Soccer, centrando la qualificazione alle semifinali di Coppa Lazio. Il tutto grazie ad un secondo tempo giocato con determinazione, sacrificio e tanto cuore, dopo una prima frazione sotto tono in cui la squadra di Fracassa era riuscita a controllare bene le operazioni e a portarsi anche in vantaggio, centrando poi il 2-2 dopo la rimonta locale. Game, set and match firmato capitan Di Felice, che a 10’ dalla fine ha trovato la deviazione per spedire i suoi ai penultimi appuntamenti prima della finalissima.

La festa dell'Atletico Calcio Roma all'interno dello spogliatoio ©GazzettaRegionale


Si parte subito con una punizione per parte, ma né Spirito (conclusione larga) né Marulla (tiro deviato dalla barriera in corner), riescono ad impensierire i portieri avversari. Proprio dal successivo calcio d’angolo in favore dei locali nasce il primo episodio della gara: palla battuta corta, cross dalla sinistra e deviazione di un difensore all’interno dell’area, su cui la squadra di Corbo richiede veementemente un tocco di mano. L’arbitro lascia proseguire. La partita è maschia, giocata e combattuta soprattutto nella zona centrale del campo, tant’è che nessuna delle due compagini riesce a trovare spunti interessanti per impensierire la rispettiva retroguardia avversaria. Al 24’ Spirito ci riprova su punizione, stavolta esaltando Santi in parata plastica, poi dopo un fuorigioco fischiato allo stesso numero 10 ospite, che aveva trovato la deviazione vincente sotto porta, il CSL Soccer trova comunque il vantaggio: Lancioni scappa alla difesa a seguito di un lancio dalle retrovie e fulmina il portiere con un destro potente e preciso. L’Atletico prova a reagire e qualche minuto più tardi reclama un altro penalty per un fallo su Daga, sempre in occasione di un corner da sinistra. Al 39’ gli ospiti vanno ad un passo dal raddoppio con Campari, bravo a prendere il tempo per staccare di testa in area, meno nell’indirizzare verso lo specchio, con il pallone che sfila a lato di poco.

Nella ripresa l’Atletico è costretto per forza al ribaltone per passare il turno, e da come si ripresenta in campo, sembra averne tutte le intenzioni. Passano appena cinque giri di lancette e arriva il pareggio: Cialucco (appena entrato dalla panchina) serve bene Daga in posizione centrale, tocco a destra per un liberissimo Nicolucci e conclusione vincente che Nunziata riesce solo a toccare. La pressione dei padroni di casa si fa sempre più insistente e all’11’ porta al gol del sorpasso, anche se stavolta la scelta del direttore di gara di concedere fallo in area su Daga, sembra un po’ troppo fiscale e generosa. Tante, infatti, sono le proteste ospiti. Cialucco va dal dischetto e con freddezza spiazza il portiere per il gol del 2-1. La partita si accende e diventa molto nervosa, soprattutto tra le fila del CSL che tenta subito una reazione rabbiosa alla ricerca del nuovo pareggio. 2-2 che arriva una decina di minuti più tardi, quando su un calcio di punizione dalla tre quarti, Spirito è libero di staccare di testa all’interno dell’area piccola, facendo (ri)esplodere di gioia la sua squadra, a cui basterebbe questo pari per passare il turno. Tutto da rifare quindi per l’Atletico, che senza abbattersi tenta di gettare il cuore oltre l’ostacolo con la speranza di acciuffare il gol qualificazione. Tutti gli sforzi della squadra di Corbo verranno ripagati a 10 giri di lancette dal 90’: ennesimo corner della gara, deviazione vincente di capitan Di Felice e capitolini di nuovo momentaneamente qualificati. Da qui al triplice fischio succederà poco, nonostante i disperati assalti degli ospiti che non portano i loro frutti. Da segnalare le espulsioni di Bonelli e Spirito e il tanto nervosismo finale, che rendono ancora più amara la sconfitta per il CSL Soccer. Tanta gioia, invece, per l’Atletico Calcio Roma, che ora deve solo attendere gli accoppiamenti per le semifinali.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni