Cerca

1ª categoria

Torre Angela, Jaraveti: "L'obiettivo è fare più punti possibili da qui alla fine"

Le dichiarazioni del centrocampista biancoblu in vista del finale di campionato che attende la squadra di Ottobrini

22 Marzo 2017

Torre Angela, il centrocampista Jaraveti

Torre Angela, il centrocampista Jaraveti

Torre Angela, il centrocampista Jaraveti

Il Torre Angela ha scalato un’altra posizione nel girone E di Prima categoria. La squadra di mister Alessio Ottobrini ha sbancato con un rotondo 3-0 il campo del Setteville Caserosse, tra l’altro scavalcando l’avversario di turno e issandosi all’ottavo posto in classifica. «La gara non è stata semplice come potrebbe far capire il risultato – dice il centrocampista classe 1990 Ionut Jaraveti – Il primo tempo è stato piuttosto equilibrato e si è chiuso sullo 0-0, poi nella ripresa siamo andati presto in vantaggio grazie alla rete di Bisanti. Da quel momento abbiamo cercato di sfruttare gli spazi concessi dagli avversari e ci siamo difesi con ordine senza soffrire più di tanto anche se le altre due marcature, di Efesi e Fraschetti, sono arrivate nella parte finale». Distante dalle posizioni di testa e allo stesso tempo tranquillo per la situazione alle proprie spalle, il Torre Angela dovrà trovare stimoli in casa proprio per finire al meglio il campionato. «Il nostro obiettivo è cercare di fare più punti possibili da qui alla fine della stagione e migliorare il piazzamento attuale. Come gruppo riteniamo che questa squadra possa valere molto di più dell’attuale posizione in classifica e i confronti diretti contro le prime quattro lo hanno quasi sempre dimostrato». A tal proposito, domenica il Torre Angela ospiterà il Licenza terzo della classe e possibile “incomodo” nella lotta per la Promozione tra Futbolclub e Atletico Kick Off. «Loro sono sicuramente un’ottima squadra e sarà una partita dura, ma spero che varrà lo stesso anche per il Licenza». Jaraveti, che da sette anni veste la maglia del Torre Angela («questa è ormai la mia casa sportiva» dice il centrocampista), conclude parlando del rapporto suo e della squadra con mister Ottobrini. «E’ sicuramente buono. Si tratta di un tecnico giovane con cui è stato semplice entrare in sintonia: ha dei metodi di allenamento molto coinvolgenti ed è sicuramente una persona preparata».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE