Cerca

Coppa Lazio

Luiss, un pari che vale la finale: Agostino ferma il Grottaferrata

Alla formazione di Rambaudi, dopo lo 0-0 dell’andata, basta la rete del pari del suo numero 9 per accedere alla finalissima, dove incontrerà il Football Riano

05 Aprile 2017

Fischio d'inizio (C)GazReg

Fischio d'inizio (C)GazReg

GROTTAFERRATA-LUISS 1-1

MARCATORI Pignataro13’pt rig. (G), Agostino 9’st (L)

GROTTAFERRATA Matera 6, Trani 5.5, Macrì 6, Vicale 6, Micocci 6, Massacci 6 (25’st Tiraboschi 5.5), Patrizi 6 (34’pt Pietropaoli 6), Pignataro 6.5, Ferri 6.5, Salimei 6, Chiappelloni 6 (46’st Giachetta sv) PANCHINA Alunno, Shahen, De Luca, Russo ALLENATORE Vicale

LUISS Morabito 5.5, Rotondi 6, Guizzardi 6 (34’st Costagliola sv), Di Rienzo 6.5, Barone 6, Persiani 6, Baldini 6.5 (20’st Guadagno 6), Nicolardi 6, Agostino 7, Mottola 6, Vilmercati 6.5 PANCHINA Vescio, Fioravanti, Rotondi, Ficchì, Buonanno ALLENATORE Rambaudi

ARBITRO Papagno di Roma 2, 5.5

NOTE Espulso Micocci al 40’st e Vicale al 46’ per somma di gialli Ammoniti Pignataro, Ferri, Chiappellotti, Persiani, Vilmercati, Costagliola Angoli 3-2 Rec. 1’pt-5’st



Fischio d'inizio (C)GazReg

Un pari che vale più di una vittoria. Potremmo sinteticamente riassumerla così la semifinale del Comunale di via degli Ulivi che ha visto trionfare la Luiss, a conclusione di una gara sicuramente non facile, merito certo del Grottaferrata che fino alla fine, nonostante la doppia inferiorità numerica dei minuti conclusivi e qualche assenza importante, è andata alla ricerca del gol che le avrebbe regalato la finale, per la quale invece a staccare il pass è la formazione dell’assente Rambaudi, che per la conquista del titolo se la vedrà con il Football Riano. In virtù dello 0-0 dell’andata, l’1-1 è infatti più che sufficiente alla Luiss per centrare l’accesso alla finalissima, sebbene i primi minuti del match abbiano sorriso per lo più agli arancioneri, sicuramente più propositivi in avvio: al 3’ è il lancio lungo di Macrì per Chiappelloni ad impegnare in chiusura di testa un attento Rotondi. Al 6’ è invece il pallonetto di Patrizi dalla tre quarti a raggiungere Micocci che per un soffio non aggancia la sfera all’altezza del secondo palo. L’episodio destinato a decidere la prima frazione è però il rigore procurato al 12’ da Ferri, ostruito appena dentro l’area dal tocco di Barone. Sul dischetto si presenta Pignataro che col destro spiazza Morabito per l’1-0. Passano solo 3’ e la Luiss rischia di commettere il secondo errore di giornata: Ferri, nel tentativo di piazzare di testa la sfera in porta, viene anticipato ed atterrato dall’uscita scomposta di Morabito, che il direttore di gara non giudica però irregolare. Poco prima della mezz’ora è invece la Luiss a farsi vedere in avanti: contropiede di Agostino su cui si alza però puntuale la bandierina dell’assistente per fuorigioco. Al 32’ intanto Vicale è costretto ad operare il primo cambio per l’infortunio di Patrizi. Luiss, finalista di Coppa Lazio (C)GazRegAl suo posto entra Pietropaolo che si dispone alle spalle di Ferri e Chiappelloni. La Luiss nel frattempo con maggiore facilità raggiunge la metà campo avversaria: al 33’ il tacco di Vilmercati lancia Baldini che senza troppi fronzoli crossa nella direzione opposta, dove Agostino però non ci arriva di testa. La ripresa si apre ancora nel segno dell’undici di Rambaudi che nell’immediato prova ad impensierire la difesa avversaria con Mottola, il cui piazzato si perde però a lato del palo al primo tentativo e sopra la traversa al secondo. È solo il preludio del gol che passa al 9’ tra i piedi di Baldini, che dalla destra crossa in mezzo per Agostini, bravo a rubare il tempo agli avversari e a spedire di testa la sfera all’angolino per l’1-1. Pronta la replica degli arancioneri al 16’: il fallo di Mottola su Massacci vale un buon calcio piazzato dalla tre quarti di cui si incarica Pietropaolo, la cui conclusione supera la barriera e carambola all’altezza del primo palo, con Micocci che sfiora il pallone, arpionato dalla presa sicura di Morabito. L’occasione più nitida è però quella in cui a rendersi protagonista è Matera, perfetto in uscita sul destro ad incrociare di Vilmercati, servito al 26’ dal tacco di Nicolardi. A condizionare l’andamento dell’ultima fase di gara è però senza dubbio la direzione del fischietto di Roma 2, non esattamente all’altezza, soprattutto per quanto riguarda la gestione dei cartellini: al 40’ il Grottaferrata è costretto a fare a meno di Micocci, sanzionato col doppio giallo, mentre al 46’ stessa sorte tocca a Vicale. La doppia inferiorità numerica non impedisce agli arancioneri di cercare, seppur in maniera confusionaria e poco ragionata, il raddoppio che gli consentirebbe di accedere alla finale. Il triplice fischio, a conclusione dell’ultimo dei 5’ di recupero, spegne però le speranze della formazione di Vicale e dà ufficialmente inizio alla festa della Luiss, a cui non resta che completare l’opera contro il Football Riano.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE