Cerca

1ª Categoria

Olimpia, Ghergo è pronto: "Contento di questo ritorno"

La società arancio verde ufficializza il nuovo tecnico per la prossima stagione: ecco le sue prime dichiarazioni

13 Luglio 2017

Luca Ghergo

Luca Ghergo

Dopo la salvezza in Prima Categoria ottenuta sulla panchina della Spes Montesacro, Luca Ghergo si appresta a vivere una nuova avventura come allenatore dell'Olimpia. Questa l'intervista al neo tecnico arancio verde, già a lavoro per strutturare la rosa in vista della prossima stagione.

Luca Ghergo


Ci racconta questa breve ma intensa avventura con la Spes Montesacro? "Io sono arrivato alla Spes all'inizio del girone di ritorno, sono subentrato ad inizio febbraio. Appena preso l'incarico ho avuto subito un'ottima impressione del gruppo e della società. Sono nato in quel quartiere e per questo la conoscevo. L'approccio con i ragazzi è stato positivo, abbiamo subito instaurato un bel rapporto. Questo ci ha portato a costruire questa salvezza che in principio pensavamo potesse essere solo un sogno poi, con concentrazione e determinazione, siamo riusciti araggiungerla addirittura con un paio di giornate d'anticipo. Con questi ragazzi si è creato unarelazione di stima reciproca, ho accettato anche per questo: sapevo che il gruppo che sarei andato aguidare fosse ottimo. Sono soddisfatto di quest'esperienza"


C'è qualcuno in particolare che vuole salutare? Quali sono stati i motivi principali del suotrasferimento altrove? "Saluto innanzitutto tutti quanti i ragazzi che hanno permesso alla Spes di mantenere la categoria. Li ringrazio tutti, uno per uno, veramente con il cuore. Un abbraccio particolare al segretario Angelo che in questo periodo è alle prese con un gravissimo lutto familiare, gli sono vicino nel rincuorarlo. Saluto il presidente con il quale ci siamo lasciati con eleganza e senza alcun tipo di problema. Lui mi ha spiegato che aveva altri progetti, voleva farsi fuori e dare la gestione della Prima Squadra ad altre persone. Subentrate altre figure il mio ruolo sarebbe stato messo in discussione. È stato onesto nel dirmi quali erano i piani: iscrivere una squadra ad un campionato del genere ha un costo gravoso per la società, non ci sarebbero stati finanziamenti importanti e quindi eravamo in difficoltà in tal senso. Sono rimasto un po' deluso, semplicemente avrei fatto volentieri un'altra stagione conquesti ragazzi per i motivi elencati prima"


Della nuova sfida con l'Olimpia cosa l'ha convinta? "L'Olimpia la conosco perché ci sono stato cinque anni fa quando facemmo la Promozione. Conosco il gruppo anche perché qualche elemento presente oggi già c'era all'epoca. In questi anni ho seguito i risultati della squadra ed ho apprezzato il grandissimo campionato disputato la scorsa stagione. Ci sono tanti giocatori importanti, spero soltanto che non vadano via. Bassani e Fattorini sono per mele due persone di riferimento all'interno della società che, al di là del campo meramente sportivo, sono persone per cui nutro stima infinita. Tutto ciò mi ha spinto ad accettare l'impegno con questa società"


Ha per caso già parlato di obiettivi con la dirigenza? "No, all'Olimpia non ci si pone una linea gestionale di questo tipo. Questo centro sportivo è un ambiente poter lavorare con la giusta serenità e tranquillità senza l'assillo del risultato. L'obiettivo della dirigenza è un altro: far crescere ragazzi giovani in prima squadra, fare un buon campionato e, soprattutto, divertirsi. A tutti, ovviamente, quanti piace vincere, entriamo in campo per quello. Gli obiettivi ce li porremo strada facendo, vedendo pure che rosa saremo riusciti ad allestire ai nastri di partenza. Sono fiducioso, ci sono tutti i presupposti per fare qualcosa di buono"

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE