Cerca

1ª categoria

Pianoscarano, Alessandrini: "Sarà difficile, giochiamocela"

Le sensazioni del tecnico dei viterbesi alla vigilia del match di ritorno della Coppa Lazio

22 Settembre 2017

Pianoscarano, Alessandrini: "Sarà difficile, giochiamocela"

Il nuovo mister del Pianoscarano, Giorgio Alessandrini,  presenta la gara di ritorno della Coppa Lazio contro il Passo Corese, cercando di caricare i suoi ragazzi ed analizzando il primo atto conclusosi sul 2 a 2:

Avendo preso gol a tre minuti dalla fine, c’è un po’ di rammarico per come è finita la gara d’andata. Siamo consapevoli che il Passo Corese è una di quelle squadre attrezzate per fare il alto di categoria. Noi siamo una squadra giovane con qualche giocatore d’esperienza e sinceramente, avevo paura che si facesse schiacciare sotto il punto di vista del gioco. Invece nel primo tempo abbiamo segnato per primi giocando molto bene. Un primo  tempo che ci ha visti andare per due volte in vantaggio anche se, in più di un occasione,  il nostro portiere (classe 2000) ci ha salvato il risultato. Nella rImage titleipresa, avendo una squadra molto fisica e forte in tutti i reparti,  i nostri avversari hanno preso campo e su una nostra disattenzione sono stati bravi a buttarla dentro. E’ stata un bella gara; peccato perché nel finale abbiamo avuto l’occasione di segnare il gol partita in contropiede, ma non ci siamo riusciti”.

IN VISTA DEL RITORNO

Per la gara di ritorno abbiamo alcuni ragazzi acciaccati che speriamo di recuperare in tempo. Loro sono una squadra con la quale è necessario partire aggressivi e con la giusta determinazione. Per questo sarà fondamentale approcciare al meglio: concentrati ma allo stesso tempo pronti ad attaccarli alti. Anche perché loro hanno un’undici quadrato e ben amalgamato in tutti i reparti; punti deboli nella gara d’andata ne ho percepiti veramente pochi. Calciano molto bene le punizioni ed essendo forti fisicamente, sfruttano di continuo le situazioni da palla inattiva.

Di certo-spiega scherzando il tecnico- abbiamo beccato una delle peggiori squadre da incontrare.

Noi però ce la giocheremo e andremo lì consapevoli dei nostri mezzi. Non credo sarà una partita bloccata; sono convinto che i nostri avversari proveranno a fare la partita e a chiuderla subito; anche perche si affrontano due realtà propositive e di grande personalità.

Per me questo è il primo anno alla guida di questi ragazzi. Sono felice perché ho trovato un bel gruppo dedito al sacrificio, formato da 23 ragazzi di cui 4/5, giocatori d’esperienza. Sarà mio compito riuscire a trovare il giusto mix con i più giovani. Inoltre ci aspetta un inizio di campionato insidioso e pieno di difficoltà specialmente, nelle prime 5 giornate che si apriranno con la trasferta complicata sul campo della Maremmana a Montalto di Castro”. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni