Cerca

il comunicato

Giudice sportivo: tre sconfitte a tavolino in Prima Categoria

Sono due le gare del girone H ed una del raggruppamento D per le quali è stato attribuito il 3-0 a tavolino

07 Dicembre 2017

Sono tre le partite decise a tavolino dal Giudice Sportivo. Nuova San Bartolemeo - Real Theodicea ha visto i padroni di casa puniti con la sconfitta per 3-0. Cosa che è successa anche al Real Theodicea ma nel match con lo Sport Virtus Guarcino. Sconfitta a tavolino anche per la Pro Sette contro l'Accademia Real Tuscolano. Di seguito il testo del comunicato.


GARE DEL 5/11/2017

DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO


NUOVA SAN BARTOLOMEO - REAL THEODICEA

Il Giudice Sportivo

- sciogliendo la riserva di cui al C.U. n. 144 del 9.11.2017

- esaminato il reclamo fatto pervenire a seguito di regolare preannuncio dalla società REAL THEODICEA,

con il quale si deduce che la gara di cui in epigrafe non avrebbe avuto regolare svolgimento in quanto alla

stessa avrebbe preso parte senza averne titolo il calciatore BARRY Ibrahima Jorty non in regola con il

tesseramento quale calciatore straniero. Il reclamo è fondato.

Infatti, il citato calciatore BARRY Ibrahima Jorty nato il 01.10.1998 non è tesserato per la società NUOVA

SAN BARTOLOMEO (pratica di competenza FIGC primo tesseramento straniero)

In virtù all'art. 17 comma 5 punto A)


DELIBERA

a) di accogliere il reclamo proposto dalla società REAL THEODICEA;

b) di infliggere alla società NUOVA SAN BARTOLOMEO la punizione sportiva della perdita della gara con il

punteggio di 0 - 3 nonchè l'ammenda di euro 100,00

c) di inibire il Sig. CAPRARO Giovanni (NUOVA SAN BARTOLOMEO) fino al 22.12.2017

La tassa reclamo va restituita.


GARE DEL 3/12/2017

 DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO

ACCADEMIA R.TUSCOLANO C. - PRO SETTE

Il Giudice Sportivo

- esaminati gli atti ufficiali relativi alla gara di cui in epigrafe


RILEVA

- al 23' del secondo tempo l'arbitro espelleva il calciatore PETTE Luca (PRO SETTE) per atto di violenza nei

confronti di un avversario. Alla notifica del provvedimento disciplinare spingeva il medesimo avversario

appoggiandogli le mani sul collo.

A seguito di tale aggressione il calciatore CUBEDDU Davide (ACCADEMIA R. TUSCOLANO C.) reagiva con

una spinta facendolo cadere per terra.

A seguito del citato episodio, nasceva una zuffa che coinvolgeva alcuni calciatori di entrambe le squadre

precisamente CUBEDDU Davide (ACCADEMIA R. TUSCOLANO C.), MACCARELLI Luca (PRO SETTE)

ROSSANO Luca (PRO SETTE) In tale frangente il calciatore GROSSI Simone (PRO SETTE) avvicinava

l'arbitro protestando nei suoi confronti.

- L'arbitro al 17' del secondo tempo per fallo di gioco aveva espulso il calciatore VENETO Mirko

(ACCADEMIA R. TUSCOLANO C.)

- CRL 187/10 -

- L'arbitro al 21' del secondo tempo espelleva il calciatore POPA Alexandro (PRO SETTE) per avergli rivolto

espressione irriguardosa.

In considerazione di quanto sopra descritto i citati calciatori di entrambe le squadre li considerava espulsi.

Pertanto, la società PRO SETTE rimaneva in campo con un numero di calciatori inferiore al minimo stabilito

nel comma 2 dell'art. 73 delle NOIF, pertanto l'arbitro sospendeva l'incontro al 25' del secondo tempo sul

seguente punteggio: ACCADEMIA R. TUSCOLANO C. - PRO SETTE 1 - 1.

Visto l'art. 17 comma 1 del CGS


DELIBERA

a) di infliggere alla società PRO SETTE la punizione sportiva

della perdita della gara con il punteggio di 0 - 3, nonchè l'ammenda di euro 100,00 perchè propri sostenitori

nel corso della gara ed in più occasioni rivolgevano all'arbitro espressioni offensive e minacciose.

b) di squalificare i sottoelencati calciatori

ACCADEMIA R. TUSCOLANO C.

CUBEDDU Davide e VENETO Mirko per due gare effettive

PRO SETTE

PETTE Luca - ROSSANO Luca - GROSSI Simone - POPA Alexandro - MACCARELLI Luca per due gare

effettive.


SPORT VIRTUS GUARCINO - REAL THEODICEA

Preso atto che la gara in epigrafe non è stata disputata per assenza della società REAL THEODICEA.

Rilevato che la stessa non ha fatto pervenire alcuna giustificazione in merito, e pertanto, ai sensi di quanto

disposto nel C.U. n. 1 del 5.07.2017 deve ritenersi rinunciataria a tutti gli effetti;

Visto l'art. 17 comma 1 del CGS e l'art. 53 comma 2 e 7 delle NOIF


DECIDE

a) di infliggere alla società REAL THEODICEA la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio

di 0 - 3 nonchè la penalizzazione di un punto in classifica;

b) di comminare alla stessa l'ammenda di euro 150,00 (1º rinuncia)


Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE