Cerca

L'intervista

Setteville Case Rosse, il punto di Giuseppe Di Vico

Il tecnico della prima squadra traccia un bilancio sulla prima parte di stagione; ci sono i presupposti per divertirsi

08 Gennaio 2018

Setteville Case Rosse, il punto di Giuseppe Di Vico

Image title

Passate le feste natalizie, è ora di rimboccarsi le maniche. La prima squadra del Setteville Case Rosse è in cerca di conferme: dopo una prima parte di campionato che ha regalato sorrisi ma anche qualche motivo di rammarico, c'è voglia di ripartire più forte di prima. Ne abbiamo parlato con il tecnico, Giuseppe Di Vico. “Partendo dal fatto che siamo una bellissima realtà, un gruppo di amici affiatato, c'è tanto da lavorare e lo sappiamo. Ci siamo approcciati molto bene alla stagione, centrando subito tre vittorie. Poi il calendario ha messo sulla nostra strada degli impegni molto difficili, dove, devo dire, ci siamo comunque comportati bene. E' la mentalità, ritengo, il nostro problema. Non riusciamo a proporci con continuità. Ho visto questi ragazzi offrire delle prestazioni di altissimo livello, soprattutto contro le grandi del girone, per poi faticare in altre, come se ci fossimo accontentati di quanto mostrato la settimana precedente. Tendiamo ad adattarci al nostro avversario e questa tendenza va modificata.” Questa è una squadra capace nel reggere l'urto delle grandi; lo ha dimostrato in più occasioni. “Noi siamo molto bravi nel difendere tutti insieme e nel ripartire: la transizione positiva è il nostro fiore all'occhiello. Troviamo invece qualche difficoltà in più quando la partita dobbiamo farla noi: dobbiamo ancora entrare nell'ottica della gestione dei vari momenti del match, ancora non siamo bravissimi nell'alzare o abbassare i ritmi quando opportuno.” Sono arrivati rinforzi utili di recente. “Sono arrivati due centrocampisti, De Gregori dall'Albula e il giovane Barbini dal Casal Barriera, che ci daranno una grossa mano: eravamo un po' corti in mezzo al campo, il loro arrivo è più che gradito.” Sul futuro: “Io personalmente mi aspetto un girone di ritorno migliore di quello d'andata. Spero di cuore di poter raggiungere la Coppa Lazio: questi ragazzi se lo meriterebbero davvero.”

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE