Cerca

il record

Pippnburg, il Re di Ferentino: in Italia nessuno come lui

Solo due le realtà che si avvicinano ai risultati strabilianti del club laziale: l'approfondimento con le interviste ai protagonisti

01 Marzo 2018

Francesco Pippnburg

Francesco Pippnburg

L’Italia del calcio conosce il suo Re. Francesco Pippnburg e Ferentino le parole chiavi per chi mastica calcio nel panorama laziale, ma il nome del giovane tecnico e della sua squadra varcano ora i confini regionali: i gligliati, dalla Serie A alla Seconda Categoria, hanno ottenuto la striscia più lunga di successi in campionato dall’inizio della stagione. Mai una sconfitta o un pareggio per la capolista del Girone H di quarta serie regionale. Spetta dunque di diritto allo storico club ciociaro il trono e la corona: il palcoscenico d’Italia, adesso, è tutto tuo.


Francesco Pippnburg


I dati

Sulla carta 17, ma sul campo 18 (da considerare i tre punti contro il Real Theodicea, ritirata successivamente) le vittorie consecutive inanellate dal Ferentino. Numeri straordinari: più di 60 volte a segno e solamente 4 i gol incassati. In questa stagione nessuna squadra italiana è riuscita ad ottenere una striscia di successi così continua.


Parola al Re, Francesco Pippnburg

“I risultati ottenuti finora danno grandi soddisfazioni e sono frutto del lavoro che stiamo svolgendo – spiega il tecnico – tutto nasce da un insieme di motivi: dalla società, ai giocatori fino alla struttura. Ferentino è un club ricco di ambizioni ed in continua crescita. Inizialmente i nostri obiettivi erano quelli di riportare la gente allo stadio. Ci stiamo riuscendo e di questo ne siamo molto contenti. È ancora presto per pronunciarsi sul futuro, ma sono sicuro che la società manterrà questa voglia. Siamo molto emozionati di aver stabilito un record così importante, però, pur di raggiungere la Promozione, sarei disposto a perdere anche qualche partita (ride, ndr)”.


In giro per l'Italia

Come il Ferentino nessuno, ma quasi. In tutta la nazione solamente altre due squadre vantano uno score simile a quello della formazione di Pippnburg. Nella Prima Categoria del Trentino Alto Adige, il Borgo sta facendo registrare risultati entusiasmanti. I giallorossi, allenati da mister Massimiliano Ceraso, hanno centrato 14 successi su altrettanti impegni di campionato (non considerando le 6 sfide vinte di Coppa). Più a sud, precisamente nella Seconda Categoria campana, c’è il Monteleone che le vince tutte dalla prima giornata. Per la compagine di Mauro Romano sono 17 le sfide affrontate finora: tutte vittorie. Da nord a sud, le interviste esclusive ai tecnici di Borgo e Monteleone:


1ª CATEGORIA Trentino Alto Adige: BORGO – Massimiliano Ceraso

Borgo ©foto Facebook

“È tanta la soddisfazione quando vinci tutte le partite tra campionato e Coppa – esordisce il tecnico giallorosso – per società, staff e gli stessi ragazzi è un grande motivo d’orgoglio. Per me, qui a Borgo, si tratta di un ritorno. Avevo precedentemente allenato la squadra in Promozione. Voglio ringraziare il club degli sforzi fatti ad inizio stagione per allestire l’ottimo organico che ci sta permettendo di ottenere grandi risultati. L’obiettivo è indiscutibilmente quello di compiere il salto di categoria. Dopo la retrocessione di due anni fa e la mancata risalita dello scorso anno, stiamo cercando di riportare la società in palcoscenici più ampi. I risultati ci stanno dando ragione e cercheremo di esprimerci al meglio da qui alla fine”.


2ª CATEGORIA Campania: MONTELEONE – Mauro Romano

“Stiamo ottenendo questi risultati grazie ad una grande squadra, costruita con circa il 70% di ragazzi con i quali ho vinto un campionato in passato. L’organico è attrezzato per vincere. Come obiettivo primario c’è il salto di categoria: conquistare una promozione con una società appartenente ad una realtà di pochi abitanti sarebbe, per noi, una doppia soddisfazione. Domenica ci attende lo scontro diretto contro la seconda. Se riuscissimo ad ottenere i tre punti credo che potremmo chiudere il campionato vincendole tutte”. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE