Cerca

1ª categoria

Atletico Zagarolo, Cilia verso il completo recupero

L'intervista ad uno dei punti di riferimento della squadra in vista della prossima partita di campionato

06 Marzo 2018

Filippo Cilia

Filippo Cilia

Filippo Cilia

Con la sosta del campionato imposta dal meteo alpino della settimana scorsa, gli amaranto dell’Atletico Zagarolo si preparano già da oggi ad affrontare un impegno difficile, quello di domenica prossima contr la Roma VIII prima in classifica. Filippo Cilia, acquisto del mercato invernale del ds Di Pinto, ha parlato del suo piano di recupero e delle prospettive personali e di gruppo.


Filippo, parlaci della tua carriera, nell’ultima fase un po’ travagliata. Sei pronto a rilanciarti?

“A Zagarolo è un ritorno. In tempi non lontani ho disputato qui il campionato Nazionale della Juniores facendo anche qualche apparizione in Serie D. Dopo quell’esperienza importante mi sono fermato, lo studio richiesto dal quinto liceo mi ha indotto a concentrarmi sui libri e così sono rimasto tre anni ai box. Sono ripartito dalle due squadre della mia città, prima Praeneste e poi Palestrina: qui, malgrado prestazioni convincenti e anche qualche gol, non sono riuscito a far cambiare idea al mister che non mi vedeva negli undici di partenza, e ho deciso di rivestire la maglia amaranto”.


C’è un motivo che ti ha spinto a scegliere di nuovo questi colori? E a cosa punti quest’anno?

“Il motivo principale è che l’ambiente è serio, dal presidente al direttore sportivo all’allenatore fino ad arrivare a Marcello che si occupa della manutenzione dell’impianto e degli spogliatoi, tutti spendono energie e tempo per questa causa in una misura che mi ha sorpreso piacevolmente. Tutti credono in qualcosa, e per tornare a esprimere il mio calcio questo non potrebbe essere il contesto migliore. Il gruppo è all’altezza, l’ultima sconfitta sul difficile campo del Rocca di Papa non ci ridimensiona affatto perché il risultato poteva essere diverso, e questo testimonia che siamo competitivi ogni domenica. Io pian piano sto trovando minutaggio, una fastidiosa pubalgia mi limita ormai da molto tempo ma con le giuste precauzioni e le temperature che via via si fanno più calde dovrei liberarmi di questo peso: voglio togliermi delle soddisfazioni con questa squadra, a partire da quest’anno”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE