Cerca

1ª categoria

Casilina, Buonocore carica: "Salvezza? Ce la faremo"

L'esterno classe '90 scuote la squadra in vista di questo finale di stagione: "Abbiamo tutte le carte in regola"

20 Aprile 2018

Buonocore

Buonocore

Buonocore

E’ l’ultimo arrivato del Casilina. Franco Buonocore, esterno offensivo classe 1990, si è aggregato poco più di un mese fa al gruppo allenato da mister Tiberio Baroni. Un rinforzo importante per una squadra che è stata sempre poco “produttiva” in zona d’attacco e che tra l’altro negli ultimi giorni ha dovuto anche fare i conti con il pesante infortunio capitato a Davide Bono, reinventato punta centrale dall’allenatore dopo aver vissuto una carriera tra centrocampo e (talvolta) difesa. "Vorrei fare anche pubblicamente l’in bocca al lupo a Davide, che si possa riprendere presto" dice Buonocore che poi parla della situazione di classifica del Casilina. "Dopo l’ultimo turno siamo tornati nella “zona rossa”, ma sono convinto che questa squadra abbia tutte le possibilità di salvarsi. Mancano sei partite, ci sono tanti punti in palio e diversi scontri diretti da giocare". Un passo indietro per commentare il match di domenica scorsa a Rocca Priora (perso per 2-0) e uno in avanti per guardare al prossimo incontro interno con la Novauto. "Nell’ultima partita ci è mancata forse quella “cattiveria agonistica” che serve ad ogni squadra e in particolare a quelle che lottano per la salvezza, anche se sullo 0-0 ho avuto l’occasione buona per mandare in vantaggio la mia squadra e non sono riuscito ad approfittarne soprattutto per merito del movimento di un difensore che mi ha mandato fuori tempo. Dopo lo svantaggio abbiamo provato a reagire, ma non c’è stato modo di rimettere in piedi il risultato. Per quanto riguarda il match di domenica prossima, invece, dobbiamo cercare di conquistare assolutamente la vittoria che sarebbe fondamentale: giochiamo in casa, conosciamo bene il nostro campo e bisogna sfruttare il fattore interno anche se per noi è importante fare punti in ogni partita". In chiusura l’esterno d’attacco racconta come è arrivato al Casilina. "In questa stagione mi ero fermato per motivi di lavoro e soprattutto familiari. Le cose ora si stanno pian piano risolvendo e quando un mese e mezzo fa mister Baroni mi ha chiesto di dargli un contributo, non potevo dire di no. Tiberio è una persona speciale anche fuori dal campo, mi ha allenato alla Borghesiana e al Pibe de Oro e merita di festeggiare questa salvezza col Casilina" conclude Buonocore.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE