Cerca

L'intervista

Certosa, Dialuce: "Grande inizio, possiamo stare lassù"

Il centrocampista neroverde a tutto tondo: grazie ai nuovi rinforzi e a una maggior consapevolezza, il gruppo può fare davvero bene

02 Novembre 2018

Alessio Dialuce

Alessio Dialuce

Alessio Dialuce

Alessio Dialuce, centrocampista della prima squadra del Certosa, è carico ma lucido nell'analizzare l'ottimo inizio di campionato della compagine neroverde. Un inizio che ha visto l'attuale capolista del girone E mantenersi imbattuta dopo sei gare disputate. “Ce lo siamo detti a inizio anno: vogliamo arrivare il più in alto possibile” commenta a tal proposito Dialuce, “forse, però, un inizio così non ce l'aspettavamo neanche noi.” Alessio è ormai in pratica un veterano di questo Certosa, con i cui colori gioca da tre anni. “In questo lasso di tempo la società ne ha fatti di passi in avanti: basta vedere i nomi arrivati quest'anno. Due stagioni fa eravamo in Seconda Categoria, quest'anno abbiamo le carte in regola per stare nel vertice della Prima. Secondo me, a livello di qualità e valori, possiamo prendere la Promozione. Un conto, però, è essere in grado di lottare per un obiettivo, un altro conto è conquistare quello stesso obiettivo. Per riuscirci dobbiamo essere bravi a mantenere i piedi per terra e a dare il massimo in ogni partita. Sotto questo punto di vista abbiamo una squadra giovane, che può migliorare sotto il profilo della mentalità. Ma il nostro mister è bravo, ci aiuterà a rimanere concentrati. L'anno scorso abbiamo perso molti punti in gare abbordabili: non vogliamo commettere lo stesso errore in questa stagione.” Caratteristica di questo Certosa la micidialità in attacco: ad oggi il gruppo ha siglato almeno tre goal a partita. “Sì, il potenziale offensivo della nostra squadra, grazie anche a capitan Palombi, è una conferma e un po' il nostro marchio di fabbrica. Sono contento che quest'anno ci siamo rinforzati in difesa: saremo più completi.” Questo weekend il Certosa di Alessio Dialuce affronterà il Tor Lupara. “Sappiamo che è una buona squadra, ci sono arrivate voci che vale più dei punti che ha fatto sinora. Non dobbiamo prenderla sotto gamba. Arriviamo alla sfida piuttosto bene, con concentrazione: ieri (giovedì 1 novembre, ndr), contrariamente a molte altre squadre, ci siamo allenati di mattina e questo per me è un sintomo di serietà e voglia di fare. Siamo pronti.”

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni