Cerca

1ª CATEGORIA

Porcarelli, poker da guerriero "La grinta nel mio DNA"

L'attaccante del Valle Martella, saltate le prime partite per infortunio, domenica ha firmato quattro reti alla Semprevisa

04 Dicembre 2018

Valle Martella, Mirko Porcarelli

Valle Martella, Mirko Porcarelli

Valle Martella, Mirko Porcarelli

Il guerriero prende tutto come una sfida e le sfide non sono nè buone, nè cattive: sono semplicemente sfide. Mirko Porcarelli e la sua storia recente rappresentano l'emblema del "NON ARRENDERSI". Un infortunio aveva compromesso l'inizio di stagione, obbligandolo a guardare i compagni del Valle Martella nelle quattro partite di apertura. Due giorni fa come non mai, il campo di battaglia è ritornato nelle mani del guerriero: ha affilato le armi e il suo poker ha affondato la Semprevisa. Tre gol nel primo tempo, uno al tramonto del match. Quel tramonto che Paulo Coelho dipinge come fondamentale per la felicità di un guerriero, deciso e ricco di resilienza - parola diventata di uso comune, perfetta per Porcarelli - : "Le qualità che mi contraddistinguono sono state fondamentali nel mio percorso: il non arrendersi mai, nonostante tutto i tanti infortuni. L'anno scorso con la squadra abbiamo conquistato la terza posizione e in questa stagione cercheremo di fare meglio. Grinta, carattere e forza di rialzarsi sono nel mio dna". Tornare da poco, partire titolare nel big match e siglare quattro reti d'autore dimostrano coraggio e capacità di ingaggiare il duello dettato dal destino: "Ci siamo rialzati tutti insieme, venivamo dalla sconfitta contro lo Scalambra Serrone e serviva una prova così convincente, in un match difficile, per proseguire il nostro cammino. Una vittoria sicuramente fondamentale per il prosieguo del campionato". Da guerriero a condottiero, ora i giallazzurri sono primi nel girone F, tra i più avvincenti e indecifrabili del panorama regionale. E il sogno Promozione prenderà forma attraverso i risultati: "Abbiamo i mezzi per farcela e lo spero molto. Giochiamo sul doppio fronte visto che siamo anche ai quarti di Coppa e mi auguro che arriveremo più avanti possibile in tutte le competizioni e giocarcela fino alla fine. Abbiamo un gruppo fantastico, siamo tutti giocatori validi. Non ci sono titolari, siamo tutti importanti e potrebbe fare la differenza per vincere". Parola di leader. Parola di un guerriero. La Valle e Porcarelli hanno riannodato il loro filo: uniti per un finale memorabile.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE