Cerca

1ª Categoria

Castrum Monterotondo, Bruni: "Miglioriamo in casa"

Il tecnico della formazione romana spiega le difficoltà della sua squadra e indica la strada per migliorare

14 Dicembre 2018

Castrum Monterotondo, Bruni: "Miglioriamo in casa"

Image title

Iniziare a fare più punti in casa, magari prendendo meno goal. E' questo il diktat di Massimo Bruni, tecnico del Castrum Monterotondo, formazione impegnata nel Girone C di Prima Categoria, che indica ai suoi la strada per raggiungere la salvezza il prima possibile. Sperando magari di togliersi, a tranquillità raggiunta, qualche soddisfazione in più.


Buongiorno Mister. Domenica scorsa è arrivata una sconfitta in casa contro il BF Sport. Come lo giudica questo stop?

"Immeritato. Abbiamo fatto una buona gara, ma abbiamo pagato qualche disattenzione di troppo. Il goal preso al 1' del primo tempo ha messo la gara in salita. Abbiamo attaccato per tutto il match, esponendoci naturalmente ai loro contropiedi, grazie ai quali ci hanno segnato la seconda e la terza rete. Ma nonostante lo svantaggio la squadra ha mostrato voglia e carattere".


Domenica altro match complicato in casa del Montesacro.

"Andiamo lì per fare la partita, come abbiamo fatto con il BF e con l'Amatrice. Fino ad adesso non abbiamo mai giocato male, ma spesso c'è mancata un pizzico di cattiveria sottoporta e di attenzione in fase difensiva. C'è da dire anche che noi stiamo svolgendo due campionati in uno...".


Ci spieghi meglio.

"Fuori casa abbiamo ottenuto 7 punti in 4 partite, in casa solo 4 in 5 match. E' evidente che qualcosa non va: soffriamo quando dobbiamo fare noi la partita, sopratutto contro squadre che si chiudono, mentre riusciamo meglio quando dobbiamo giocare di ripartenza. Quest'aspetto va migliorato, iniziando dal subire meno goal".


Firmerebbe per la salvezza?

"Ad inizio anno non ci siamo posti obiettivi. Ragioniamo partita dopo partita, cercando di crescere settimana dopo settimana. La squadra è molto giovane e ha grandi potenzialità, col tempo giusto ci toglieremo delle buone soddisfazioni, anche a lungo termine".


E' una chiusura al mercato la sua?

"Gli unici giocatori che vorrei sono quelli che sono in infermeria. Da inizio anno abbiamo avuto troppi infortunati, sopratutto in difesa, e questo ci ha condizionato molto".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE