Cerca

1ª CATEGORIA

Crystal Pioda, Capoccetti: "I tre punti sono d'obbligo"

Il direttore generale introduce la sfida interna allo Sporting San Cesareo e spiega la situazione di classifica dei suoi

21 Dicembre 2018

Sergio Capoccetti @Gaz_Reg

Sergio Capoccetti @Gaz_Reg

Sergio Capoccetti @Gaz_Reg

E' un Sergio Capoccetti che chiede il regalo di Natale al "suo" Crystal Pioda. I gialloazzurri, neopromossi nel campionato, cercano l'ultimo acuto prima delle festività per chiudere il 2018 nel migliore dei modi e, avversarie permettendo, approcciare il 2019 in una posizione migliore rispetto al quintultimo posto acquisito dopo 11 giornate. "La classifica non ci premia per quello che meritiamo e per quello che siamo" - ha dichiarato il direttore generale -. "Pagheremo forse lo scotto del primo anno, però la squadra vale più di quanto abbiamo ottenuto sinora. Ci manca quel particolare per crescere e ottenere risultati migliori, siamo la miglior difesa del torneo e uno degli attacchi peggiori: qualcosa deve migliorare. Abbiamo fatto degli inserimenti con il mercato invernale, prendendo dei giocatori molto giovani e validi, e quindi possiamo essere davvero fiduciosi perchè l'impegno c'è da parte di tutti. Sono convinto che il futuro andrà meglio, dobbiamo solo ingranare la marcia". D'altronde quella del girone F è una classifica cortissima e che quindi non ammette la minima distrazione, perchè come in un paio di giornate ci si può ritrovare dalle stalle alle stelle, con altrettanta facilità può succedere l'opposto. Capoccetti lo sa. "Contro lo Sporting San Cesareo i 3 punti sono d'obbligo". Anche perchè il Crystal in casa è imbattuto (2 vittorie e 3 pareggi), mentre lontano dalle mura amiche il ruolino di marcia dei gialloazzurri è rivedibile. "Ci aspettavamo un campionato meno combattuto. Noi andiamo a fare trasferte dure, lontane e questo un pò ci penalizza, come del resto i campi che non favoriscono le nostre grandi qualità tecniche. La classifica è corta e può cambiare in qualsiasi momento. D'altra parte noi siamo maestri in questo perchè l'anno scorso siamo stati capaci di perdere un campionato in Seconda Categoria, arrivando a 1 punto dalla prima, dopo che siamo stati sempre con un vantaggio di 10 punti. Siamo riusciti con 4 partite sbagliate a chiudere secondi; solo noi potevamo farci del male. Quest'anno l'esperienza l'abbiamo fatta, comunque l'obiettivo non è quello di stare tra le prime, ma di giocarcela con loro. La stagione è ancora lunga e ne riparleremo alla fine. Spero di avere ragione". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE