Cerca

1ª CATEGORIA

Le nove regine d'inverno: c'è una squadra già in fuga...

Terminato il girone di andata è tempo di fare un primo bilancio sulle squadre che hanno sbagliato meno. Nel gruppo E il primo posto sembra in cassaforte

21 Gennaio 2019

Certosa, un girone di andata da urlo

Certosa, un girone di andata da urlo

Certosa, un girone di andata da urlo

La prima metà del campionato di Prima Categoria è andata in archivio. Nove gironi, quasi tutti molto equilibrati, nove capolista - anzi, dieci - due squadre ritirate (Cantalupo e Montasola, entrambe nel gruppo C) e ben quattro compagini ancora imbattute. Un torneo che in queste 15 giornate ci ha fatto vedere tante cose interessanti e ci ha fatto divertire, a cominciare dal girone A, dove ieri il Latera si è aggiudicato lo scontro diretto contro la Nuova Pescia Romana, strappando al fotofinish il titolo di Campione d'Inverno. Tra i punti di forza della società gialloblù, che vuole salire in Promozione, c'è sicuramente il bomber e trascinatore Andrea Nuvola, capocannoniere e stacanovista con 18 gol in 14 gare giocate (una l'ha saltata per squalifica). Nel girone B a comandare è il Nomentum allenato da Paolo Malizia, che guarda tutti dall'alto dei suoi 35 punti, 4 in più della prima inseguitrice Academy Lodigiani. I granata hanno il miglior attacco del torneo e fanno del collettivo la loro arma vincente. Nel gruppo C, quello a 13 squadre, il BF Sport si è preso la vetta proprio all'ultima giornata del girone di andata, battendo a domicilio quel Futobol Montesacro che stava dettando legge da ottobre. Gli uomini di Colantoni (che, tra l'altro, devono recuperare una gara) hanno messo la freccia grazie ai gol di Cavallaro e Antonacci e non conoscono la parola 'sconfitta'.


Il Nomentum di MaliziaNel girone D c'è il Nuovo Maccarese al comando. I biancocelesti di Fascione, ieri rallentati dal Real Testaccio, hanno comunque 4 lunghezze di vantaggio sulla corazzata W3 Roma Team e nella loro rosa possono contare su giocatori decisivi come il centravanti D'Addario e il giovane mediano Fortunato. Nel girone E c'è la squadra che, probabilmente, sta convincendo più di tutti: il Certosa. I neroverdi di Russo sono imbattuti e, con 8 punti su Zena Montecelio (che bella sorpresa!) e Villa Adriana (difesa di ferro), sono l'unica squadra che può considerarsi in fuga. Inoltre, nessun team tra i 9 gironi della categoria è riuscito a mettere insieme la bellezza di 39 punti come il Certosa, frutto di 12 vittorie e 3 pareggi. Il gruppo F è, numeri alla mano, quello più equilibrato. Alla fine del girone di andata comanda il Valle Martella con 28 punti, uno in più dell'Atletico Monteporzio, che ieri ha accorciato grazie al successo nello scontro diretto, ma le prime 6 della classe sono racchiuse in soli 5 punti: il girone di rotorno si preannuncia infuocato.

Andrea Nuvola del LateraNel gruppo G l'Indomita Pomezia ha messo tutti dietro di sè. La formazione di Aiello ha la miglior difesa del raggruppamento e il miglior reparto offensivo dell'intero torneo, con 40 gol realizzati e un Flavio Cristofari che continua a svolgere alla grande il suo dovere da bomber. Il girone H è quello delle due regine. Al giro di boa Atletico Bainsizza e Nuovo Cos Latina dividono la poltrona più prestigiosa a quota 35 punti, con i biancoblù che possono contare su una difesa praticamente imperforabile: Remiddi e compagni hanno subito solo 7 gol. Nel girone I, infine, il Ceccano sembra essere la compagine più accreditata per la vittoria finale. La squadra del duo Padovani-Bragaglia, ieri vittoriosa per 1-0 contro l'Atletico Collepardo, è prima con 5 puntin di vantaggio sullo Sporting Pontecorvo e, oltre ad un gran collettivo, può contare sull'inesauribile spinta della sua tifoseria. Questo, dunque, il quadro dopo le prime 15 giornate di campionato: chi tra queste corazzate riuscirà nell'impresa di conservare il primato fino a maggio?

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE