Cerca

2ª CATEGORIA

Querciaiola, Pallotta: "Ho diversi progetti per questa società"

Il presidente si espone in un'intervista dove racconta i suoi sogni: una squadra femminile e vedere il suo club come polo di riferimento per la creazione di una nuova società che possa competere verso obbiettivi più nobili.

30 Gennaio 2019

Foto della rosa del Querciaiola @facebook

Foto della rosa del Querciaiola @facebook

Quest'estate il Querciaiola navigava su acque agitate dopo l'addio di Mister Ranaldi che aveva portato con se, al Barco Murialdina, diversi elementi di spessore dalla squadra del presidente Amedeo Pallotta. Quest'ultimo, dall'alto della sua esperienza, 81 anni passati dietro alla passione per il pallone, è riuscito a creare una squadra competitiva che sta sorprendendo più di qualche scettico: "Non posso che essere soddisfatto perché all'inizio eravamo veramente in difficoltà, metà dei giocatori avevano seguito il nostro ex tecnico Ranaldi al Barco mettendoci in una situazione critica dove poche persone sarebbero riuscite ad averla vintaFoto della rosa del Querciaiola @facebook. Faccio i complimenti al nostro allenatore, Cianchi Achille, che è riuscito a trovare una serie di giovani carichi e pieni di carisma. L'attuale metà classifica può solo farci sperare in un miglioramento dei nostri ragazzi. Dovremo migliorare dal punto di vista tecnico e tattico ma per questo mi affido all'abilità del nostro mister." Stagione 0 per il Querciaiola che deve ricominciare da capo la scalata verso obbiettivi più ambiziosi rispetto alla salvezza in seconda categoria. "Si cresce insieme, amalgamarsi e giocare di squadra è la prima cosa ma poi tutta la squadra deve fare quel salto mentale per poter puntare più in alto. Riprendiamo da un ossatura forte costituita da buoni elementi: Carosi in difesa, Gemini a centrocampo, Zito sugli esterni, Mancinelli e Diallo davanti posso farci sperare in un futuro promettente e darci oggi un discreto affidamento. Sono molto fiducioso su quest'ultimo nome. Diallo viene dalla Nuova Guinea ed ha delle ottime potenzialità, può far carriera se si impegna." Il Querciaiola si dimostra una società in continua evoluzione che da due anni punta anche ai giovani avendo fondato una sua scuola calcio. "Diciamo che il nostro è un esperimento che verrà rinnovato anche per un terzo anno anche se le difficoltà sono notevoli. Pensavamo di poter plasmare dei giovani ragazzi con semplici ma istruttivi concetti calcistici e invece l'intervento troppo partecipe dei genitori ci sta impedendo tutto questo. L'intervento esterno si sta dimostrando troppo invasivo ed è difficile impostare autonomamente il lavoro di un ragazzo se c'è una figura che ne ostacola le condizioni di apprendimento. Un altro problema è la scarsa affluenza di ragazzi. Qualitativamente stiamo messi molto bene, i ragazzi giocano a pallone ma numericamente siamo pochi." Calcio femminile e polo di riferimento sono solo due delle ide del presidente Pallotta che sogna di realizzare con tutte le difficoltà del caso. "Parliamo chiaro, siamo in una categoria dove nessuno ti da niente, a livello qualitativo per migliorare le cose devi mettere di tasca tua i soldi e non credo che questo sia giusto per la mia famiglia.Responsabile delle scuola calcio del Querciaiola mentre parla con i ragazzi @Facebook Ho già parlato con diverse società e l'obbiettivo sarebbe quello di creare un polo di riferimento: una squadra formata dall'unione di più compagini insieme a diverse squadre che non sono più iscritte ma vorrebbero farlo. Una fusione per migliorare il Querciaiola. Non nascondo che un mio sogno sarebbe quello di fondare una squadra femminile ma per il rispetto che nutro nei confronti di queste sportive non mi sento pronto di affrontare un simile passo avanti fino a quando non avrò dei tecnici e delle persone competenti in grado di aiutarmi a portare avanti quest'avventura."

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni