Cerca

1ª categoria

Latera, De Paolis:"La nostra vittoria da Libro Cuore"

Queste le parole del tecnico della squadra viterbese dopo la vittoria del campionato

21 Maggio 2019

Mister De Paolis e Marco Rossi

Mister De Paolis e Marco Rossi

Mister De Paolis e Marco Rossi

Fierezza. Scaramanzia. Tanta emozione. C'è stato tutto questo nelle parole di mister De Paolis rilasciate ai nostri microfoni dopo la clamorosa ed inaspettata vittoria del campionato di Prima Categoria da parte dei suoi ragazzi.


C'è stato un momento particolare della stagione in cui ha capito che avreste potuto vincere il titolo?

"In realtà no, sono una persona molto scaramantica e non ci ho mai pensato che avremmo potuto vincere fino al triplice fischio dell'ultima partita. Durante la stagione, scherzando con il mio attaccante Nuvola, lui mi diceva che l'ultima volta in cui il Latera alla fine ha vinto il titolo è stata proprio quando all'ultima giornata ha affrontato il Pescia come sarebbe avvenuto poi quest'anno e io in quel momento facevo tutti gli scongiuri possibili (ride ndr). Scherzi a parte, non so veramente rispondere alla domanda, ho sempre pensato che alla fine saremmo stati penalizzati dal fatto di essere una squadra molto giovane, infatti nelle ultime giornate ci siamo fatti recuperare tantissimi punti, per fortuna che alla fine è andata così."


Secondo lei quali sono stati i giocatori che hanno fatto la differenza nel corso della stagione?

"Il giocatore che avevo preventivato facesse la differenza è stato sicuramente Nuvola, ma sono stato piacevolmente sorpreso anche da Cesaretti, dal capitano Procinetti e da D'Egidio; questi tre hanno mostrato un attaccamento alla maglia e profuso un impegno fuori dal comune. Ma c'è anche un quarto giocatore che desidero menzionare, oltre al fatto che è stato il nostro amuleto durante il corso del campionato (con lui in campo il Latera non ha mai perso ndr), ma sopratutto perché ha dimostrato qualità morali e di uomo che non ho mai visto prima: Marco Rossi. Deve sapere che Marco fa il militare e per ogni partita, senza nemmeno chiedere il rimborso spese per il viaggio, si faceva di sua iniziativa chilometri su chilometri dalla caserma al campo soloper amore di giocare a calcio. Sembra una puntata del Libro Cuore ma è veramente andata così. Durante l'ultimo mese purtroppo non lo abbiamo avuto a disposizione e infatti abbiamo fatto tanta fatica, ma per l'ultima partita è riuscito ad ottenere un permesso dalla caserma per giocare il secondo tempo, è entrato e ha dato quel qualcosa in più alla squadra permettendoci di pareggiare e dunque di vincere il titolo."


Per la prossima stagione invece mister, che obiettivi avrà la sua squadra?

"Per ora non lo so, dobbiamo sempre considerare che siamo una piccola realtà di Viterbo, secondo me l'impresa l'abbiamo fatta già quest'anno. L'anno prossimo affronteremo una nuova sfida, non abbiamo chissà che budget ma una cosa è certa: col cuore e con l'impegno si può fare tutto e quello certo non ci mancherà."

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE