Cerca

1ª CATEGORIA

Certosa, Russo: "Promozione? Capolavoro. Io resto qui"

Il mister dei neroverdi commenta il successo dei suoi ragazzi svelando alcuni piani per il futuro della squadra

22 Maggio 2019

Il momento del triplice fischio ©Roncaglia

Il momento del triplice fischio ©Roncaglia

Il momento del triplice fischio ©RoncagliaOra possiamo dirlo: il Certosa è in Promozione. La vittoria all'ultima giornata con il Villa Adriana è stata la ciliegina sulla torta. Un campionato dominato e comandato con autorevolezza, nonostante le grandi squadre a contendersi il primato. L'obiettivo è stato centrato. I ragazzi di mister Massimiliano Russo hanno conquistato il salto di categoria, partendo dalla Seconda solo tre anni fa: “E' un capolavoro. Siamo felicissimi per l'epilogo di questo percorso, ce lo meritiamo – commenta il tecnico – Il nostro percorso ci deve rendere fieri ed orgogliosi di quanto è stato creato. Al campo, domenica scorsa, c'era una cornice di pubblico pazzesca. Erano presenti tutti i gruppi della Scuola Calcio e non solo. Ho saputo che molte società, alcune anche rivali, ci sono venute a seguire. Io ero concentratissimo sulla sfida, ma è una notizia che mi inorgoglisce. Peccato per la pioggia, avevamo in programma alcune cose che il maltempo ci ha impedito di svolgere. E' stata comunque una gran festa”. Onore al merito delle inseguitrici, su cui l'allenatore si sofferma a margine del campionato: “Il Torre Angela era una squadra costruita per vincere. Lo stesso vale per lo Zena Montecelio. Siamo stati grandi a lottarcela contro due formazione attrezzate per la vittoria. Lo Zena, tra l'altro, si giocherà una finale di Coppa Lazio che ha meritato. Me li aspetto in Promozione l'anno prossimo”. Infine uno sguardo al futuro, con un annuncio speciale: “Ho parlato con la società, mi hanno dato la loro riconferma per l'anno prossimo. C'è un bel progetto per proseguire un percorso sempre più in crescita. Entreranno figure importanti, di grande spessore, all'interno dello staff dirigenziale. Per quanto riguarda la squadra siamo pronti a ristrutturarla. Vogliamo formare un gruppo che sia in grado di competere in un campionato completamente diverso dalla Prima Categoria. Vogliamo farci trovare pronti”.

I festeggiamenti a fine gara ©RoncagliaPhoto

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE