Cerca

2ª CATEGORIA

Le ambizioni del Sempione Cundari "Vogliamo crescere"

La società di Montesacro ha vinto la Coppa Provincia e si prepara al prossimo campionato con grandi speranze

28 Giugno 2019

La festa del Sempione dopo la vittoria della Coppa Provincia di Roma

La festa del Sempione dopo la vittoria della Coppa Provincia di Roma

Una storia di calcio vero, di quello che nasce dalla passione per questo gioco e dalla voglia di stare insieme, tra amici, magari anche di vincere. Il Sempione nella prossima stagione sarà al suo secondo campionato e le giocherà in Seconda Categoria, dopo aver davvero ben impressionato in quello di Terza.
La festa del Sempione dopo la vittoria della Coppa Provincia di RomaLa formazione di Montesacro ha infatti vinto la Coppa Provincia di Roma assicurandosi così la possibilità di giocare nell'ultima serie regionale partendo dall'alto. Alla base il lavoro di un gruppo di amici capitanato da Stefano Cundari. "Nel giugno del 2018 eravamo a Piazza Sempione e davanti una birra con Giammaria Lattuaca  (attuale presidente) e Luca Rossi (vice presidente) abbiamo avuto questa idea, ossia, quella di creare una squadra di calcio del quartiere. Ci siamo quindi subito messi all'opera per vedere quali erano le operazioni da fare per creare una società dilettantistica e poi per iscriverci al campionato. Abbiamo voluto iniziare dalla Terza Categoria perché c'è molto più gusto nel compiere una scalata partendo dal gradino più basso. Il nostro campionato è stato molto buono, abbiamo giocato sempre bene e soprattutto nel finale di stagione abbiamo avuto quella marcia in più che ci ha permesso di vincere la Coppa che ci ha aperto la porta della Seconda Categoria. Abbiamo sempre vinto nei playoff contro formazioni che si sono sembrate molto attrezzate come Città di Passoscuro ed Atletico Olevano. Adesso vogliamo strutturarci ancora meglio per provare a compiere il doppio salto, limando quelle imperfezioni che ancora abbiamo e rendendo partecipi quanti piuù vogliano divertirsi e giocare con noi. Per il futuro non ci poniamo limiti. Certo, il non avere un proprio campo a disposizione ci frena un po', ma passo dopo passo puntiamo ad una crescita sempre più ampia e, perché no, avere anche un giorno il settore giovanile"

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE