Cerca

1ª CATEGORIA

Castrum, Andrea Curi: "Questa è una famiglia"

Il giocatore resterà in gialloblù anche nella prossima stagione

22 Luglio 2019

Andrea Curi

Andrea Curi

Andrea Curi

Anche Andrea Curi vestirà ancora la maglia del Castrum Monterotondo nella prossima stagione.


Scelgo il Castrum perché?

"La risposta potrebbe sembrare banale, scelgo il Castrum perché rappresenta una famiglia, c’è una coesione tra società e giocatori sia a livello collettivo sia nei confronti del singolo difficile da trovare in altre realtà. Questa squadra rappresenta i veri valori del calcio genuino di cui tutti i tifosi sono innamorati."


Una stagione da archiviare quella appena conclusa. Come cercherete di ripartire per la prossima stagione?

"Lo scorso anno lo vedo come un anno transitorio, siamo riusciti agevolmente a tenere la categoria anche se sicuramente l’obbiettivo a inizio anno non era la salvezza, purtroppo abbiamo pagato a caro prezzo un po’ di inesperienza. Per quanto riguarda il prossimo anno non ci dovranno essere alibi, la società ha dimostrato il massimo impegno nei nostri confronti e noi avremo l’obbligo di ripagarla con tanto sudore e fatica, dando il massimo sempre e comunque".


Il cambio in panchina a stagione in corso. Come valuta mister Checchi e che apporto può dare alla squadra?

"Il cambio in panchina ci ha dato una marcia in più a livello emotivo, credo che il mister Bruni ci abbia lasciato con un’ottima preparazione fisica dalla quale il mister Checci è stato bravo a ripartire, con lui siamo tutti agevolati avendoci condiviso lo spogliatoio, ci conosce e sa quello che possiamo dargli".


Cosa ti ha spinto a rimanere con il Castrum anche la prossima stagione?

"Un tuo obiettivo personale e di squadra per la prossima stagione.Sono rimasto perché ho grande voglia di rivalsa, il mio obbiettivo è quello di dimostrare che posso dare molto di più rispetto alla passata stagione, durante la quale purtroppo non sono riuscito a ottenere la fiducia del mister. È presto per parlare di obbiettivi concreti, uno è certamente quello di rendere orgogliosi di noi le persone che tutte le domeniche vengono a vedere le nostre partite".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE