Cerca

le decisioni

Arbitro aggredito: Tormarancio, annullata la retrocessione

Le Delibere della Corte Sportivo di Appello Territoriale hanno rivisto il caso, seppur parzialmente

25 Luglio 2019

Arbitro aggredito: Tormarancio, annullata la retrocessione

Image title

Attraverso il comunicato n° 12, la Lega Nazionale Dilettanti ha diramato le decisioni sul caso dell'arbitro aggredito durante G. Castello - Tormarancio, con la compagine ospite pesantemente punita dal giudice sportivo. Retrocessione, gare a porte chiuse per tutta la prossima stagione e svariate sanzioni nei confronti di giocatori e dirigenti del Tormarancio. Dopo il ricorso presentato dal club, sono arrivate le Delibere della Corte Sportivo di Appello Territoriale (clicca qui per il comunicato) che ha reso più "morbide" le sanzioni: niente più retrocessione in Terza Categoria per il Tormarancio, ma 15 punti di penalizzazione più l'esclusione dalle classifiche di ripescaggio (la squadra aveva vinto il campionato, quindi resterà in Seconda Categoria); confermata l'ammenda di 1500 euro più gare a porte chiuse fino alla prossima sino al 30/06/2020; annullata la squalifica a carico del presidente Marco Binetti; ridotta la squalifica sino al 30/09/2019 a carico del calciatore Ranieri William (capitano); confermata la squalifica sino al 30/05/2020 a carico del calciatore De Amicis Damiano; squalifica sino al 30/05/2024 a carico dei calciatori Di Cuffa Daniele, Casanica Massimiliano,Santini Luca e Di Lucente Luca, revocando la sola proposta di preclusione alla permanenza inqualsiasi rango o categoria della F.I.G.C. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE